Autore Topic: Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017  (Letto 3588 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« il: 19 Giugno 2017, 14:50:22 »
ragazzi, come gli amici gia’ sapevano ieri la nostra scuola di salvataggio nautico ha tenuto un Open Day a Mandello del Lario, durante il quale abbiamo fatto delle dimostrazioni soprattutto come Sez. Cinofila ma anche come assistenza con moto ad acqua, gommone, pattino, ecc.. A fine dimostrazioni, sia al mattino che nel pomeriggio, abbiamo fatto fare il battesimo dell’acqua a chi ci portava il proprio cane. Come sapete la Kira, che ha iniziato il corso a 7 mesi e sarebbe alla sua terza stagione estiva, e’ afflitta da dermatite ( gia’ nella scorsa manifestazione iniziava ad evidenziarsi il problema). Quindi e’ sotto antibiotico e niente acqua per ancora qualche giorno. La Charlie ha fatto solo UNA LEZIONE, oltretutto condivisa con altri 7 pelosi. In pratica ha provato solo 3 manovre. Senza nessuna  base. Senza nessuna formazione a terra. Con un rapporto di affiatamento soccorritore/cane tutto da crearsi e definirsi .Tantomeno senza allenamento alcuno. Eppure gia’ in quella sola lezione, come gia’ scrissi, stupi’ gli istruttori. Ieri, insomma, ci sono andato con lei. Un azzardo? Una enorme incognita? Certamente si. La folla, tutti gli altri cani, la location, il casino. Spinto dai miei istruttori…ce l’ho portata.L’importante era divertirsi, a prescindere dalla performances. Apro e chiudo veloce una parentesi: ai miei amici qua del forum che ci tenevano a venire ma, ciascuno per fatti accorsi, non ha  potuto partecipare, …va il mio grazie per il supporto.E alla mia Bimba bionda che, nonostante la sera prima di nascosto abbia portato l’attrezzatura in auto, ha capito che andavo a far cio’ che faccio sempre con lei…chiedo scusa. Tata, ti ho sentita abbaiare, addirittura ululare e tirare colpi alla porta…perdonami: porta pazienza ancora qualche giorno. Poi alla fine sei stata con la mamma, la nonna e Luna….ma so che hai perfettamente capito. Scusami amore.
Torniamo a noi. Alle 8.00 del mattino siamo in spiaggia e….con sdegno e rabbia nottiamo lo sfacelo lasciato dai soliti imbecilli che han fatto bagordi la notte prima. Se non bastasse, nonostante l’ordinanza del Comune che ci “riservava” la spiaggia…la stessa era gia’ affollata da chiassosi vacanzieri! Ed eran le 8.00 !! Riusciamo a far liberare mezza spiaggia, a fatica. Ma….ci mancan le transenne! Le 12 a noi destinate per delimitare l’area son finite alle altre due manifestazioni in programma ! Rabbia…incazzatura…poi ci azioniamo. A bomba. Perche’ siamo tutti persone operative a raffica.La manifestazione a noi quasi adiacente, cioe’ nell’area del Lido, e’ di auto storiche. I ragazzi della ristorazione …bravissimi…ci danno 4 transenne. E iniziamo a creare un mezzo confine. Nel frattempo piazziamo 2  gazebo e corde di delimitazione. Prepariamo i mezzi . E gli attrezzi. E si scaramuccia pure con qualche imbecille che insisteva nel voler piantar lì l’ombrellone proprio dove dovevamo lavorare. Arrivano i vigili e il vice s indaco e si scusano per l’intoppo…c’e’ una terza manifestazione nella zona alta del paese e alcune delle ns. transenne son finite li. Ci chiedono se vogliamo far sgombrare la gente “ con la forza” ma lasciamo perdere…si perderebbe poi interesse e anzi si creerebbe malumore. Insomma…non si parte col piede giusto e temo che vada tutto in vacca. Perimetro mal delineato…mezza spiaggia sulla quale lavorare ( e far approdare pattino, gommoni , moto ad acqua , ecc), gente chiassosa e maleducata. Rifiuti ovunque ( che abbiamo raccolto noi). E prima di iniziare non facciamo bagnare i cani appunto perche’ cc’era macello e volevamo evitare una invasione dei cani dei villeggianti ( per emulazione o solo  fottendosene…avrebbero sganciato tutti i propri pelosi vedendo liberi i nostri).
 La scorsa manifestazione, sempre li, eravamo messi da Dio: perimetro perfetto, beach libera, meno gente, zero rifiuti.E cani in acqua a rinfrescarsi anche nel pre evento.  Location perfetta! E avevo con me la Kira. La mia veterana. Che poi sapete come fini’…causa papere. Ma perlomeno lei e’ abituata agli eventi. E’ diva dentro, e si trova a suo agio coi cani che conosce da anni. Poi facevamo solo la mattina mentre ieri si necessitava tutta la giornata di presenza. Ieri solo io e Charlie…incognita Charlie.
La Francese si conferma serena e tranquilla nel pre dimostrazione ; andiamo al bar coi Landseer, i Labrador e gli altri Golden. Lei tiene solo lontani i maschi, e’ fatta cosi’…li avverte. E se non capiscono righiia e simula un attacco. E’ cosi’, Cherry juice…ormai lo so. Non vuole essere importunata. Come direbbe qualcuno…ZANNETTE! Aiuto a portare la roba con lei al guinzaglio in una mano e in spalla le attrezzature. Bravissima. Iniziamo a prepararci, io indosso muta e calzari e le faccio indossare l’imbrago professionale di Kira ( che e’ una bella corazza). Tranquilla. bagno libero, col conduttore…perche’ prima si inizia cosi. Ecco…mentre tutti abbaiano e tirano in attesa di entrare, lei sta li…calma…e mi osserva. osserva me, gli altri soccorritori e tutti gli altri cani. Poi entra, con calma. Nuotiamo. Non mi viene addosso, ne’ mi pinza ( e’ normale lo facciano all’inizio e vanno corretti). Nuotiamo vicini, mi attacco all’imbrago e lei….tranquilla. A RIVA….mi ci porta. GIRA….lei si gira. Ok mi dico, oggi facciamo vedere a tutti che cosa sei realmente Piccola. Di cosa sei capace. Facciamo un briefing in acqua, tutti in cerchio e col cane. Provo a tenerla in sospensione ( manovra di galleggiamento dove si abbracciano le zampe ant. ed il culo del cane, per farlo riposare)..e’ una mossa che devono imparare a sopportare ed accettare. E che Kira, ad esempio, odia. Lei  ci mette un minuto a capire, mi guarda, e si fa sospendere. Decidiamo cogli istruttori la scaletta della mattinata. Ce’ chi si cimenta con le prese e l’avvicinamento che abbiamo imparato nei due anni scorsi ( ora e’ cambiato), chi prova il bay watch, chi tirera’ il gommone, ecc. A me, io solo…faro’ il salvamento con la tecnica nuova e cioe’ il cane ti gira DAVANTI e non dietro. Unitamente ad una presa di salvataggio differente. Per i veterani e’ dura disimparare anni di manovra dietro al soccorritore. Charlie ha fatto tre manovre tre….tutte e tre tipo nuovo. Per lei e’ semplice perche’…cmq….non ha addestramento. ha solo osservato. Tanto. I Landseer e Kira e gli altri. Ed ha capito…DA SOLA…che si gira davanti adesso e non piu’ dietro! Eppure ha visto entrambe le manovre di avvicinamento…
Inizia l’evento E prima ci sono le presentazioni. Nome soccorritore e nome cane. Entriamo a trenino in acqua nuotando a delfino col cane come motore, incolonnati,  mentre veniamo presentati dalla speaker. Facciamo  una nuotata in cerchio davanti al pubblico e usciamo ancora a trenino. Ci si mette in posizione. E iniziamo. Le prove svolte dei miei colleghi vanno magnificamente : a dispetto di come pareva destinata la manifestazione, tutto va a gonfie vele. Tocca a noi. Chi ha visto il video della nostra prova mattutina potra’ confermarlo: siamo in postazione, attendendo il fischio di inizio. Io e Charlie guardiamo il lago, focalizzandoci sul pericolante. Lei, senza distogliere lo sguardo, alza la zampa. Io, come ormai automatismo, prendo la sua zampa in mano. Fischio di inizio, entro . Io sono una scheggia nel nuoto se si tratta di brevi distanze. Ero in palla, ho dato l’anima ed in un attimo ero dal pericolante. Non mi sono girato nemmeno a vedere se Charlie era partia dietro a me, ho “sentito" che c’era…Arrivo, faccio la presa in maniera corretta e di potenza, mi giro….e lei era li. A un metro e mezzo. Occhi negli occhi, ancora due zampate e: “ GIRA”. Lei si gira e mi attacco all’imbrago. “A RIVA”, e lei mi ci porta. Sto pinnando forte, per aiutarla…e siamo velocissimi. Arrivati quasi a riva la mollo e sollevo come da manuale il pericolante. Prova eccezionale, svolta con rapidita’ e maestria. Mi succede una cosa, uscendo dall’acqua insieme a lei…mentre la carezzo. Una cosa che mi successe due stagioni orsono con Kira, quando piccina tiro’ a riva il gommone con 5 pericolanti durante la ns. prima manifestazione: mi commuovo. No, non occhi lucidi. ..ma quella sensazione di strozzo…di labbra che balbettano. Cerco di essere impassibile e professionale e con falsa nonconcuranza  raggiumgiamo il muretto a riva insieme. E ci mettiamo in gruppo cogli altri. A quel punto mi accovaccio e la abbraccio, muso a viso, e le dico cose nostre mentre mi si bagnano gli occhi gia’ bagnati di acqua di lago. Aspetto quasi un minuto che mi si fermino le labbra. E’ stata SUPERBA. E quando scopro poi da un paio di video fatti cosa diceva la speakers mentre stavo facendo il salvataggio ( sentivo qualcosa ma ero in trance agonistica e stavo dando tutto) ,  mi sento felice. La nostra manovra e’ stata cosi’ accompagnata: “ Ecco Renato con Charlie. Charlie e’ un super bau, dovete sapere che ha fatto SOLO una lezione. Una sola!! Perche’ Renato si addestra con un altro suo cane ,oggi assente. Quindi l’applauso per Charlie  deve essere doppio! “ E via di applauso fortissimo e tanti “ Brava Sciarliiiii”.
Finismo tutti le nostre prove e rifacciamo il trenino di commiato.
Mentre i nostri istruttori fannno qualche battesimo dell’acqua, Cherry Juice mostra al pubblico l’altra sua faccia. Che i cari nostri amici conoscono bene. La sua estrema dolcezza. Prima con tutti, ma dico TUTTI i colleghi di associazione. Poi col pubblico. Coccole, abbracci, occhi dolci e grattini…quasi un eccesso tanto che ad un certo punto continuava a girare il suo nome tra la gente e tutti volevano vedere e abbracciare " il golden dagli occhi che parlano”. Lei…slegata….si concedeva per lunghi minuti a ciascuno. Per poi guardare me, come a dire “ Va bene? Posso vero?”. Bastava un richiamo e tornava, salvo poi concedersi alla persona successiva che veniva a reclamarla.
Come con Kira ma diversamente uguale: l’una simile ad una diva consumata, che concedeva d’esser carezzata e si metteva in pose plastiche. Chi otteneva una leccata, chi la zampa. Ma a tutti poco poco tempo. Charlie  invece lenta si avvicinava alla persona, guardandola negli occhi, per poi posare il suo capo sul petto o la spalla o la gamba. La gente si e’ sciolta, idem i compagni che ancora non la conoscevano.
Ci sono decine, ma davvero DECINE di foto di lei con un sacco di persone: abbracciata, zampa nella mano, baci, ecc. Una bambina e’ arrivata di corsa al gazebo, io ero seduto e Charlie era in liberta’ sul praticello antistante, sempre cmq vicina. E la bimba dice alla moglie di un collega: “ Ma signora scusi chi e’ il cane che da gli abbracci ? “. Io mi sono sentito il cuore gonfio, la moglie del collega ha indicato Cherry juice che , placida , stava tornando da me. Io allora ho chiamato la bimba e si sono abbracciate. Da notare che Charlie adora letteralmente le persone ma preferisce gli adulti. Eppure ieri e’ stata carinissima con tutti.
Pranziamo, pizza d’asporto veloce al gazebo, e lei con altri “suoi” colleghi tranquilli ai nostri piedi. Arriva anche il Super Dog Rocky, irrompendo nella spiaggia per un sano bagno che forse mancava da un po’. E’ con dani, perche’ Stefano sta scelrando per cercare parcheggio in una mandello piena come Rimini. E Rocky vede Charlie….a Rocky piace Charlie…..ma Charlie in malo modio lo caccia  via. e lo rifaraì’ anche piu’ tardi sul bagnasciuga . Lui e Tommy ( golden bagnino veterano di 12 anni) vengono  cacciati a suon di zannette esposte e abbaiate di ammonimento. La mia Charlie e’ anche questo..purtroppo. Giro bisogni in scioltezza, qualche sana grattatina sull’erba. Un’oretta di relax tra darsena   e public relations con la gente .Si ricomincia. I cani, quelli che son presenti dal mattino presto, iniziano ad esser stanchi. La gente adesso e’ tantissima, molti gli zotici che fottendosene di transenne e linee di demarcazione affollano tutta la spiaggia. e fa un caldo che ci si crema, pare un girone infernale dantesco…mentre al mattino c’era un po’ ventilato.
Quindi rifo trenino, rifo prove con qualche variante  e anche un po’ meno prestazione, nel senso che le prove sono state svolte benissimo ma anche sagacemente condite con humor da Silvia, la ns. istruttrice e speaker. Noi rifacciamo il salvamento versione attuale, con la variante di avere come pericolante un bimbo di 6 anni con tanto di giubbetto addosso. Prova svolta di nuovo egregiamente, anzi….io se possibile ho tirato ancora di piu’ mentre la Charlie…(che pareva inizialmente un po’ stufa e restia a lavorare, preferendo le coccole che la gente le regalava) ha di nuovo stupito. Prestazione unita a piu’ velocita’ di traino al rientro e totale indifferenza verso l’ingombrante oggetto ( il giubbetto salvagente) che inglobava il bimbo.
Si conclude il tutto, trenino e ri presentazione dei binomi ( e per  Charlie standing ovation stavolta quando e’ stato ribadito il suo esser novizia). Ci si esibisce, come in mattinata, anche con la moto ad acqua e barella ( colleghi bravissimi )  e stavolta della squadra faccio parte pure io. Dico: ragazzi chi mi guarda Charlie un attimo? Non l’avessi mai detto!! Un paio di colleghi, due o tre del pubblico ..IO.. IO.. LA TENGO IO!! Alla fine la lascio ad un amico dei miei istruttori ( va beh fidarsi…pero’) che ha pranzato con noi. Io metto il casco e mi preparo, scendo in darsena. E lei e la’, tranquilla, che mi osserva. Io faccio la prova, colleghi di nuovo stra bravi e stra veloci ( beh, abbiamo dato spettacolo con derapate pazzesche…) ed io mi ricordavo bene i test fatti a fine estate scorsa, in mezzo al lago, sotto al diluvio…una figata…quindi prese e posizione perfetti.  Tornato a riva la ritrovo, serena, che svaccata in braccio all’amico seduto sull’erba mi guarda e scodinzola. E’ stata bravissima, mi dice, ma non ti ha levato gli occhi di dosso nonostante eravate lontani in acqua. Poi  inizia il battesimo dell’acqua pomeridiano, mentre i ns. istruttori seguono la gente noi parliamo, ridiamo e alle parecchie persone che chiedono una foto con Charlie lei non si rifiuta mai. Un milanese pompato come il Costa dei tempi andati, olio solare e Sundek rosa,  ha fatto la foto con lei imbragata di fianco , baywatch in mano e pinne mie nell’altra ! Questo si spaccera’ per bagnino , ho pensato! Poi darsena, ci si cambia con calma mentre lei….pare una leonessa…si distende al sole. E’ stanca Cherry Juice, e sono le 16.00….socchiude gli occhi all’ombra del gazebo sul terrazzo della darsena e muove le labbra che par che sorrida. Mi levo la muta  e son con il mio istruttore Gianni,  il cui labrador Pongo ( 7 anni di servizio nonostante ernia e problemi vari)  ha fatto sfracelli. Pongo e Charlie si sono “regolati” a inizio mattinata ( certo che la Francese i maschi proprio non li puo’ vedere…uff) e poi han pranzato vicini , sotto il gazebo ai ns piedi. Dividendosi croste di pizza prima e pezzi di mela poi .Senza attriti. Mi dice Gianni: “ Hai visto? Lei e’ superlativa”. Io non rispondevo e stavo seduto, un po’ anche cotto, ad osservare l’amore biondo che da gennaio vive con noi.  Si siede anche lui, in silenzio la guardiamo. Pongo si rilassa li da parte. Poi dico: “ Io non capisco…non lo so come fa. Anche a casa, par che comprenda la nostra lingua. Lei impara, da sola. e fa bene. Con la Kiri vedi cosa sto tribolando…sa fare tutto ma se non vuole non  fa”. Gianni mi dice: “ Esistono cani, e sono pochi, che hanno una dote. La ritrovi piu’ spesso solo nei Border Colllie: hanno la capacita’ di imparare da soli guardando e capendo chi fa bene e chi no. Vedi lei? Tutti fremono e abbaiano per entrare , per fare, per nuotare…ma fare cosa non lo sanno. Lei invece sta calma e osserva, cerca di capire da sola. E senza addestramento esegue,ed esegue nel modo corretto, perche’ da sola capisce chi svolge un compito in maniera giusta e chi invece viene re impostato. Quando ci osserva , immobile, lei apprende.”. Io continuo a guardarla, lei si gira…e’ pancia all’aria…e ci osserva. Noi stiamo zitti. poco dopo si risopisce. “ Ecco, dico io, vedi? sembra capire…che parliamo di lei. Senza nemmeno pronunciare il suo nome”. Alche’ di nuovo il mio istruttore mi dice: “ Eh certo che lo sa. Credimi, ci sono cani cosi’. Nascono imparati, hanno un’intelligenza sopraffina che gli permette di frenare l’istinto e sfruttare al massimo la ragione. Lei in una lezione ha imparato, non da noi o da te. Ma da cosa facevano con noi i diversi cani, intuendo chi faceva bene e chi no. Idem con la prova di retrivering ricordi? ha osservato chi la sapeva fare, ha eseguito anche meglio. Lei e’ cosi’, tiene l’asticella altissima ed elabora . Non puoi paragonarla a Kira ma nemmeno a chi lo fa da piu’ anni e quindi piu’ abituato. I veterani  appunto non sbagliano perche’ fanno manovre da anni ma ci son gg che anche Pongo stesso e’ cazzone come Kira. Quando non vuole o e’ stufo, non lavora. Charlie e’ un altro tipo di cane, con una tempra solida ed una intelligenza fuori dal comune. Ecco perche’ sta volentieri cogli umani piu’ che coi cani, perche’ da noi lei puo’ imparare. Io un caso cosi’ l’ho visto una volta sola in tantissimi anni.” Con queste ultime riflessioni saluto i colleghi, tra i quali uno stanchissimo Stefano ( in piedi dalle 6.00 del gg prima per assistenza Monza-Resegone…che matto !) mi carico come un mulo e prendo la via del parcheggio. Lei lentamente, con quel suo passo da leonessa che mi fa morire, si gira ad osservare i cani abbaianti e la gente chiassosa. Poi mi guarda e si ferma. Mi da la zampa, come a dire: “ Allora Papa’, andiamo a casa dai..”e prendiamo l’auto. Arrivati a casa ci accoglie una Kira festante ( con lei) e offesa  ( con me)…la Mary che le fa mille complimenti perche’ via whatsapp la aggiornavano in tempo reale…e Luna, solita pagliaccia. Un’ora dopo Charlie riposava sul fresco marmo.
Vi ho voluto raccontare di ieri perche’ voplevo condividere il mio orgoglio ma anche perche’  ho maturato una considerazione profonda. Dopo performances simili, con la possibilita’ di ottenere livelli altissimi in tempo zero, la tentazione di fare rescue solo con Charlie e’ grande. Ma non lo faro’.  Continuero’ a praticarlo con entrambe, perche’ Kira si diverte e per lei il rescue e’ un simpatico gioco da fare  con papa’. Mentre Charlie lo fa in maniera piu’ ragionata, estremamente redditizia ed e’  sorprendentemente abile. Pero’ a Kira lo devo, quindi mi massacrero’ di fatica  e mi aiutera’ anche Mary ma per le tate saranno esperienze analoghe, che magari  ( sicuramente) viaggeranno sui binari paralleli con  risultati diversi , ma non neghero’ allamia Kiri cio’ che lei vede di cosi’ speciale fatto  insieme a me.E  resettero’ me stesso ogni qual volta porto in acqua una o l’altra. Senza pretender la Luna da chi non riesce o fare paragoni tra di loro. D’altronde sono padre sia di una adorabile ragazzina cazzona che di una dolcissima ragazza posata. 
Grazie a tutti i colleghi, perche' siamo stati tutti una forza.
Grazie alla mia  Kira e alla mia Mary che ci hanno aspettato a casa...siano stati via tutto il giorno!
Grazie a Nick, Stefy, Andre, Fede, Dave, Sabry, Ivan e tutti quelli che ci hanno aiutato a fare integrare Sciarli'.
Grazie a Valentina, per le splendide parole che ha avuto ieri per Sciarli' quando ha saputo come e' andata e per le altre, di parole...quelle importanti....che lei sa !
Grazie  a Stefania, per averci dato questa splendida Creatura.
E grazie a te Ciliegina....perche' sei unica.
« Ultima modifica: 19 Giugno 2017, 16:41:39 da M.Rosa&Renny »

Online LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 13.015
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #1 il: 19 Giugno 2017, 15:15:46 »
Oddìo ho aperto e chiudo subito per mancanza di tempo! TROPPE PAROLE, mi aggiorno! ;D

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #2 il: 19 Giugno 2017, 15:19:48 »

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #3 il: 19 Giugno 2017, 15:21:16 »



Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #4 il: 19 Giugno 2017, 15:23:45 »







Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #5 il: 19 Giugno 2017, 15:26:16 »





Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #6 il: 19 Giugno 2017, 15:28:07 »





Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #7 il: 19 Giugno 2017, 15:30:32 »







Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #8 il: 19 Giugno 2017, 15:32:30 »





Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #9 il: 19 Giugno 2017, 15:34:10 »

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #10 il: 19 Giugno 2017, 15:40:15 »

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #11 il: 19 Giugno 2017, 15:41:31 »

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #12 il: 19 Giugno 2017, 15:43:32 »

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #13 il: 19 Giugno 2017, 15:51:40 »



Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.313
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO.."
Re:Open Day Rescue Dogs: Mandello del Lario 18/6/2017
« Risposta #14 il: 19 Giugno 2017, 15:54:01 »