Autore Topic: Val di Fassa, trekking coi bubi  (Letto 10510 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline lunam67

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.856
  • Monica e Grace
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #75 il: 03 Agosto 2018, 09:26:35 »
Non so. Maebh per fortuna era molto più lenta del capriolo, ma è sempre stata una capretta nelle risalite. Forse per la sua struttura corporea. Si è solo stancata ulteriormente. Ad ogni modo poi dorme praticamente da metà pomeriggio fino al mattino dopo, con pausa cena.

Forse perché era la prima volta, non so, o forse perché io mi sono spaventata da morire.... o forse perché era molto ripido, mi son buttata a pancia in giù e l'ho ripresa per la pettorina tirandola su sul sentiero.... santa pettorina!!  se avesse avuto il collare non so come avrei fatto.... Ho persin pianto a singhiozzi per lo spavento!

Certo che Maheb si merita il riposo del guerriero!!
Monica e Grace

Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 12.508
Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #76 il: 03 Agosto 2018, 21:39:04 »
Quarto giorno (very very wild)

Dal Passo di Costalunga in Val Peniola verso il Toac

Stamattina c’è il sole e fa caldo, ma non si è mai sicuri di come evolverà il tempo in giornata: tutti i giorni piove nel pomeriggio o in serata. Partiamo dunque sempre prestino e rientriamo nel primo pomeriggio. Oggi facciamo un giro di 11,5 km e 700 metri di dislivello, molto molto ripidi, in una valle boscosa e umida che culmina in una zona abbastanza selvaggia fra ghiaioni e prati: numerose le tracce di caprioli e camosci...
A un certo punto Maebh li odora a grande distanza e parte a scovarne due... che rompiscatole. Poi ritorna ma prova a fare anche altri raid...
Anche oggi c’è acqua in ruscelli e torrenti... o anche abbeveratoi!
Bellissimo giro “alternativo” come tutti quelli che stiamo facendo finora. Alta stagione, tutta la gente si concentra sui sentieri più noti, oppure sale in funivia e si ferma a mangiare nei rifugi.
Noi studiamo i percorsi ogni giorno, partiamo presto, ci portiamo i panini e molta acqua negli zaini (io anche per Maebh), e incontriamo pochissime persone... oggi soltanto una signora “locale” che scendeva nella valle con i sandali (!!!) e un border collie, e un giovane botanico rannicchiato a fotografare fiori.

Qualche immagine.



























... santa pettorina!!  se avesse avuto il collare non so come avrei fatto...

La pettorina è a mio avviso indispensabile sui sentieri in montagna, proprio per una questione di sicurezza. Io per il trekking ho un guinzaglio un po’ elastico da fissare alla cintura, così se serve la aggancio e ho le mani libere. Se Maebh è libera e incontriamo qualcuno, la stoppo sempre e la mantengo un attimo vicino a me tenendola per la pettorina.

Offline stefanocer

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.160
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #77 il: 04 Agosto 2018, 07:12:53 »
ma che bellissima vacanza! che belle escursioni di nicchia... e che reportage!!
complimenti a tutti voi e alla regina... cacciatrice!


Offline Alice Dinoia

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.311
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #78 il: 04 Agosto 2018, 08:31:52 »
Per davvero la Regina... Anzi le Regine. Troppo bella sta foto


Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

"Lasciate entrare il cane coperto di fango, si può lavare il cane e si può lavare il fango... Ma quelli che non amano né il cane né il fango... quelli no, non si possono lavare."
Jacques Prevert

Offline lunam67

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.856
  • Monica e Grace
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #79 il: 04 Agosto 2018, 11:42:38 »
Quarto giorno (very very wild)

Dal Passo di Costalunga in Val Peniola verso il Toac

Stamattina c’è il sole e fa caldo, ma non si è mai sicuri di come evolverà il tempo in giornata: tutti i giorni piove nel pomeriggio o in serata. Partiamo dunque sempre prestino e rientriamo nel primo pomeriggio. Oggi facciamo un giro di 11,5 km e 700 metri di dislivello, molto molto ripidi, in una valle boscosa e umida che culmina in una zona abbastanza selvaggia fra ghiaioni e prati: numerose le tracce di caprioli e camosci...
A un certo punto Maebh li odora a grande distanza e parte a scovarne due... che rompiscatole. Poi ritorna ma prova a fare anche altri raid...
Anche oggi c’è acqua in ruscelli e torrenti... o anche abbeveratoi!
Bellissimo giro “alternativo” come tutti quelli che stiamo facendo finora. Alta stagione, tutta la gente si concentra sui sentieri più noti, oppure sale in funivia e si ferma a mangiare nei rifugi.
Noi studiamo i percorsi ogni giorno, partiamo presto, ci portiamo i panini e molta acqua negli zaini (io anche per Maebh), e incontriamo pochissime persone... oggi soltanto una signora “locale” che scendeva nella valle con i sandali (!!!) e un border collie, e un giovane botanico rannicchiato a fotografare fiori.

Qualche immagine.

La pettorina è a mio avviso indispensabile sui sentieri in montagna, proprio per una questione di sicurezza. Io per il trekking ho un guinzaglio un po’ elastico da fissare alla cintura, così se serve la aggancio e ho le mani libere. Se Maebh è libera e incontriamo qualcuno, la stoppo sempre e la mantengo un attimo vicino a me tenendola per la pettorina.

Adoro le vostre passeggiate in solitaria!
ma la cintura con guinzaglio in vita di che marca l'hai presa? quella della trixy mi si è rotta subito :(
Monica e Grace

Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 12.508
Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #80 il: 04 Agosto 2018, 17:09:03 »
Quinto giorno di giri in solitaria

Da Soraga alla Buja de Baranchies

Come al solito, mattina di sole e afa. Ieri sera c’è stato un forte temporale. Oggi la pioggia comincia nel pomeriggio. Ripetiamo, con una piccola variazione finale, un giro fatto tre anni fa con la Méiv cucciola di sette mesi e mezzo. Correggo il dislivello. Sono 800 metri e 12 km. Ho usato le robuste scarpe basse da trekking e mi sono trovata bene anche sui ghiaioni.



Bellissima e impegnativa camminata da Soraga al Pociace, sotto il Sas da le Undesc e per la Buja dei Baranchies

Terzo giorno, tempo soleggiato al mattino con previsione di annuvolamento e precipitazioni nel primo pomeriggio.
Questa volta abbiamo fatto un giro impegnativo: 14,5 km, 1000 m di dislivello.
Partenza dal parcheggio di Soraga; si attraversa l'Avisio e ci si dirige a sinistra sulla strada ciclabile asfaltata. Dopo circa 200 metri c'è l'indicazione per il rifugio Pociace: si prende a destra e la strada diventa sterrata dopo un centinaio di metri. Si fanno un po' di tornanti di questa strada forestale, poi si imbocca un sentiero che sale non troppo ripido. C'è anche una fonte d'acqua fresca. Si arriva al rifugio, su una bella terrazza erbosa con il panorama sul gruppo del Catinaccio.
A questo punto si può imboccare la forestale a destra, e ridiscendere in paese (mi pare sia il percorso 630, in figura è indicato col tratto nero); invece noi siamo saliti ancora, e sono altri 300 m di dislivello, con ripidissima salita fin sotto Cima Undici. Maebh, qui sempre al guinzaglio, è stata davvero brava: si è arrampicata come una capretta (e sentiva realmente l'odore dei camosci, ma non ha notato quello che abbiamo visto noi in lontananza).
A questo punto si imbocca, a destra, il sentiero 642 della Buja dei Baranchies: quasi 2 km in costa, fra prati e canaloni, veramente suggestivo anche perché non c'è anima viva. Si arriva in un verde posto magico, con un piccolo rifugio, un tavolo con le panche, acqua corrente: perfetto per mangiare e riposarsi!
Da qui si comincia a scendere per ritornare verso Soraga (nell'immagine si vede in rosso il primo tratto di sentiero, in nero un tratto di forestale, ancora in rosso il sentiero fino in paese.
Alla fine pioveva un poco, ma abbiamo fatto in tempo a tornare alla macchina. Maebh era veramente stanca, noi pure.

Mappa della zona (in nero è un percorso più lungo da fare in mountain bike):


La salita al Pociace:


Il gruppo del Catinaccio visto dal rifugio Pociace:




Maebh aspetta un biscottino:


Il bosco magico:


Ed ecco qualche immagine di oggi...











ma che bellissima vacanza! che belle escursioni di nicchia...

I nostri sono sempre giri ad anello. Oggi abbiamo incontrato ben TRE persone e goduto di splendidi panorami sul gruppo del Catinaccio con le torri del Vajolet. Ma non è che andiamo in capo al mondo o a infrattarci nelle selve! Solo evitiamo i sentieri più battuti, perché già li conosciamo (son più di vent’anni che veniamo a Vigo di Fassa) e perché saremmo costretti a farli tutti con la cana al guinzaglio...
Anche oggi ha fatto un sacco di corse, anche oggi si è buttata a capofitto giù da una pietraia, dietro un grosso camoscio che era partito davanti a noi. Me la ritrovo ora con tutti i polpastrelli abrasi. Ieri sera era a posto, le avevo messo la pomata come al solito... Adesso le ho spruzzato un ottimo cicatrizzante spray. Mi sa che domani la lascio qui a dormire per sei o sette ore mentre noi facciamo l’ultimo giro, magari un po’ in quota. Tanto, per farla alzare ogni mattina devo usare una fettina di speck!

Ma la cintura con guinzaglio in vita di che marca l'hai presa? Quella della Trixie mi si è rotta subito

Sì, comprata su Zooplus quella economica della Trixie, tre anni fa quando avevo male alla spalla. Non è un granché ma tiene. Sia la cintura che il guinzaglio nero. Li uso solo in montagna, così son comoda ad aprire lo zaino con la cana legata. Adesso forse prenderei qualcosa di più tecnico da canicross...

Offline giabar1974

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.245
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #81 il: 05 Agosto 2018, 20:31:03 »
Che giro spettacolare state facendo!

Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 12.508
Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #82 il: 05 Agosto 2018, 21:30:02 »
Che giro spettacolare state facendo!

Ma Gianni, noi siamo fissi a Vigo di Fassa, ogni mattina usciamo di casa alle 8:30 e facciamo un giro differente...

Sesto giorno: un giro “classico” su roccia, in quota fino a 2550 metri.

Dal Rifugio Ciampedié al Passo delle Zigolade

Oggi, domenica, abbiamo contravvenuto all’abitudine delle escursioni “alternative” e alle 8:30 siamo saliti con la prima corsa della funivia al Ciampedié, 2000 metri, davanti al Catinaccio. Partiti sul sentiero più frequentato della zona, ovviamente la gente era ancora poca, ma basta una comitiva vociante per rovinare la magia del luogo. Poi siamo saliti in quota, e anche qui ci sono stati momenti di “intasamento” sullo stretto sentiero, ma insomma valeva la pena di ripetere questo bellissimo giro su panorami mozzafiato. Il ritorno dal sentiero delle capre è stato più tranquillo.
Maebh è rimasta a casa, non era nemmeno un percorso adatto a lei, perché parecchio esposto in alcuni punti e troppo soleggiato, senza corsi d’acqua.

... si è buttata a capofitto giù da una pietraia, dietro un grosso camoscio che era partito davanti a noi. Me la ritrovo ora con tutti i polpastrelli abrasi. Ieri sera era a posto, le avevo messo la pomata come al solito... Adesso le ho spruzzato un ottimo cicatrizzante spray. Mi sa che domani la lascio qui a dormire per sei o sette ore mentre noi facciamo l’ultimo giro, magari un po’ in quota. Tanto, per farla alzare ogni mattina devo usare una fettina di speck!

È stata contenta di vederci uscire lasciandola tranquilla! L’abbiamo lasciata sola per sei ore e ha dormito di sicuro. Le zampe non vanno ancora bene, oggi solo microgiretti. Penso che le comprerò le scarpette da montagna da usare anche per l’allenamento di ricerca su maceria.
Ad ogni modo le ha fatto bene muoversi un po’, nonostante il caldo che c’è anche qui.

Ultime foto...












Offline giabar1974

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.245
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #83 il: 05 Agosto 2018, 21:57:50 »
Beh allora diciamo che state facendo “tanti giri spettacolari!”


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 12.508
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #84 il: 05 Agosto 2018, 21:59:32 »
Beh allora diciamo che state facendo “tanti giri spettacolari!”

Eh, sì... D’estate e d’inverno, bellissima Val di Fassa!


Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 12.508
Re:Val di Fassa, trekking coi bubi
« Risposta #85 il: 06 Agosto 2018, 14:20:58 »


Questo il percorso fatto ieri.
In sei giorni abbiamo fatto 75 km e quasi 4000 metri di dislivello (in su e in giù)...
Di questa vacanza mi rimane la voglia di tornare su al Toac, luogo selvaggio e silenzioso; la serenità di una settimana in famiglia; l’immagine della testa di Maebh che sbuca in alto dietro i rododendri con le orecchie alzate: “Oh, ma allora arrivi?”...