Autore Topic: È entrato in casa nostra da una settimana, ma è ingestibile: dove sbagliamo?  (Letto 32497 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline veronique

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 106
La pettorina a H la peggiore????
Comincia allora a mettergli collare e guinzaglio in casa per pochissimo tempo, così si abitua già.
A me la comportamentalista aveva sconsigliato il contatto fisico, come prenderlo per la collottola, dicendomi che l'avrei innervosita ancora di più.

Dopo aver letto le cose qui sul vostro forum, che mi spiegavate che il guinzaglio suggeritomi dall'allevatrice non va bene, meglio la pettorina ad H, ho parlato con la mia allevatrice di nuovo e mi ha confermsto che la pettorina ad H è la peggiore. Peggio delle Julius 9 addirittura.
Per i golden dice che la migliore è il guinzaglio apposta per i retriever (hunter retriever) perché la loro conformazione è con collo molto solido e robusto e petto meno. Che la pettorina ad h è quella che interferisce di più che le articolazioni mentre invece lei mi insegnerà con calma come abituarla al guinzaglio hunter, che è il più sicuro, e che in pochi giorni con lei non sarà difficile capire come abituarla al guizaglio (mi ha detto di usare il primo mese in terrazzo/ casa per fare un po' di prove anche).

In alternativa, se proprio voglio, la pettorina Julius che è molto ingombrante ma impatta meno sulle articolazioni.
Su questo rimarrò fedele a quanto mi ha detto l'allevatrice. Ho deciso di affidarmi a lei e quindi penso sia giusto darle fiducia . E' molto molto preparata e ha cani tenuti straordinartimanete bene quindi mi fido.

Offline Luna14

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 342
Io penso,  come ha scritto anche Veronique,  che il cucciolo ha bisogno di avere qualcosa da mordere,  è una cosa che rilassa molto, trovo sbagliato il fatto che il Vostro educatore vi abbia detto  "non lo possiamo distrarre con un gioco in quei momenti perché l'educatore dice che equivarrebbe a premiarlo".  Secondo me quando fa così dovete offrirgli qualcos'altro con cui giocare,  dovete indirizzarlo su qualcosa che a Voi va bene che morda,  come detto una treccia per esempio,  visto che si avvicina anche il cambio denti.

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
Certo che glieli abbiamo comprati dei giochini, ma l'educatore ci ha suggerito di non lasciarglieli sempre a disposizione per terra e di darglieli solo quando è tranquillo...pure l'allevatore la pensa alla stessa maniera, quando fa qualcosa che non va lo si deve rimproverare e basta, perché se gli proponiamo in cambio un gioco o un premio quando sbaglia diamo un segnale negativo.

Su questa cosa comunque ammetto di avere molti dubbi anche io e probabilmente disattenderemo...

A proposito di questo, lui va matto per quegli ossicini rivestiti con la pelle di bufalo, ma non glieli abbiamo più comprati perché ci hanno detto che fanno male allo stomaco e inoltre possono sempre staccarsi delle scagliette pericolose...abbiamo provato a sostituirli con degli altri tipi di osso, quelli più lunghi colorati che si vendono sfusi, non so se avete presente...ma li mangia nel giro di 5 minuti e non sono buoni per perdere il tempo...abbiamo provato anche con un osso-giocattolo in silicone e un tronchetto all'olio d'oliva, ma non ne è particolarmente attratto, li prende per un paio di minuti e poi li lascia...

Con gli ossicini in pelle di bufalo invece si stava le ore, quelli davvero erano dei calmanti micidiali, ci vorrebbe qualcosa che lo assorba nella stessa maniera ma più salutare...

Offline verasofia

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 249
  • Olivia la Goldenina
    • Instagram di Olivia
Puoi provare con la radice di erica o il corno di cervo, che sono sicuri e non mandano in dissenteria.

Offline sofy94

  • come è bello il mondo insieme a te....
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 5.748
  • ora e per sempre resterai, dentro i miei occhi....
Hanno tutti teorie diverse i comportamentisti, e in più non tutti i Golden rispondono agli stessi metodi...per questo è complicato. Questo educatore nella mia zona è parecchio stimato e quindi volente o nolente ci dobbiamo mettere nelle sue mani...lui dice di non farci problemi a tirarlo anche in maniera energica quando esagera, si ricorda di come faceva la madre...e pure l'allevatore ci ha consigliato di far così.

Poco fa per esempio si è messo un pezzo di carta in bocca, mi hanno chiamato velocemente e non appena mi ha visto, capendo al volo che io avrei cercato di toglierglielo (è un mascalzone intelligentissimo), ha cominciato a fuggire col pezzo di carta in bocca, con io che lo inseguivo e lui che mi seminava...non vi dico la scena, erano tutti piegati dalle risate....mi faceva pure le finte, faceva per andare in una direzione invece andava nell'altra e mi fregava, son stato 5 minuti a corrergli dietro invano e io sono pure uno sportivo 🤣
Quando sono riuscito a prenderlo non c'era verso di fargli aprire la bocca per sputare il foglio, al che l'ho alzato da terra prendendolo per la collottola energicamente e ha aperto i denti per farselo togliere...

Insomma alla fine le maniere forti pagano certe volte ...
Mi piacerebbe sapere quale educatore che si rispetti potrebbe mai dire di inseguire il cucciolo con la cosa in bocca, sollevarlo per la collottola "energicamente" tanto da fargli aprire la bocca.


Ho letto la discussione, non sono mai intervenuta perché credo che tra l'allevatore e l'educatore tu ti fidi di loro (e ci sta assolutamente) e di quello che ti viene detto qua (chiunque lo dica) non ti interessa o meglio non ti fidi. 
Quindi il mio consiglio è se credi nell'allevatore e nel educatore, segui loro ma non chiedere altri consigli perché non ti serviranno dato che non crederai a nulla e farai ancora più casino.

ma Pensare di tenere un cucciolo chiuso in casa (tra l'altro con già un vaccino), è etologicamente assurdo.

posso sapere da dove viene il cucciolo? dato che parli di cani campioni ecc... mi farebbe piacere saperlo


« Ultima modifica: 30 Maggio 2020, 19:54:50 da kaffa »

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
@sofy94

Non sono tenuto a fare il nome dell'allevamento per ragioni di riservatezza ma in ogni caso non comprendo la piccantezza del tuo messaggio...non mi sembra di non ascoltare consigli qui dentro, anzi posso assicurare che li tengo in grande considerazione soprattutto per quello che riguarda la gestione del cucciolo in casa....il discorso pettorina/collare e uscite è un altro e lì siamo costretti a rispettare le indicazioni non solo del nostro allevatore ma anche della veterinaria...ma faccio notare che il cane non è comunque seppellito in casa, lo portiamo quotidianamente fuori a far passeggiate anche di 2 ore seppur alternando macchina e grembo e mai lasciandolo a terra....tra pochi giorni dopo l'eptavalente cambierà anche questo.

Poi attenzione, chi ti ha detto che il nostro educatore ha detto che si debba rincorrere il cane? L'episodio che ho raccontato stamattina era una situazione d'emergenza, di certo non mi metto a rincorrere Axel se ruba una ciabatta o altri oggetti innocui...ma dopo l'esperienza del terzo giorno in cui è finito in ospedale per un calzino ingoiato e per fortuna che lo ha vomitato e non è passato da un'operazione, perdonaci se siamo spaventati e quindi anche una palla di carta ci spaventa....nelle situazioni di pericolo penso che non ci sia educatore che non ti dica di intervenire immediatamente prendendo il cane e infilandogli subito la mano in bocca....

Io i consigli li ascolto tutti molto volentieri e se possibile li metto in pratica, ma ci vuole un po' di empatia in più (mi riferisco a te e non agli altri)...per il resto se vuoi contribuire attivamente alla discussione puoi anche scrivere tutto quello su cui non sei d'accordo rispetto a quanto hai letto e dire piuttosto come ti comporteresti tu...mi saresti senz'altro più utile che con messaggi come l'ultimo.

Offline sofy94

  • come è bello il mondo insieme a te....
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 5.748
  • ora e per sempre resterai, dentro i miei occhi....
@sofy94

Non sono tenuto a fare il nome dell'allevamento per ragioni di riservatezza ma in ogni caso non comprendo la piccantezza del tuo messaggio...non mi sembra di non ascoltare consigli qui dentro, anzi posso assicurare che li tengo in grande considerazione soprattutto per quello che riguarda la gestione del cucciolo in casa....il discorso pettorina/collare e uscite è un altro e lì siamo costretti a rispettare le indicazioni non solo del nostro allevatore ma anche della veterinaria...ma faccio notare che il cane non è comunque seppellito in casa, lo portiamo quotidianamente fuori a far passeggiate anche di 2 ore seppur alternando macchina e grembo e mai lasciandolo a terra....tra pochi giorni dopo l'eptavalente cambierà anche questo.

Poi attenzione, chi ti ha detto che il nostro educatore ha detto che si debba rincorrere il cane? L'episodio che ho raccontato stamattina era una situazione d'emergenza, di certo non mi metto a rincorrere Axel se ruba una ciabatta o altri oggetti innocui...ma dopo l'esperienza del terzo giorno in cui è finito in ospedale per un calzino ingoiato e per fortuna che lo ha vomitato e non è passato da un'operazione, perdonaci se siamo spaventati e quindi anche una palla di carta ci spaventa....nelle situazioni di pericolo penso che non ci sia educatore che non ti dica di intervenire immediatamente prendendo il cane e infilandogli subito la mano in bocca....

Io i consigli li ascolto tutti molto volentieri e se possibile li metto in pratica, ma ci vuole un po' di empatia in più (mi riferisco a te e non agli altri)...per il resto se vuoi contribuire attivamente alla discussione puoi anche scrivere tutto quello su cui non sei d'accordo rispetto a quanto hai letto e dire piuttosto come ti comporteresti tu...mi saresti senz'altro più utile che con messaggi come l'ultimo.
No, non penso ti sarei particolarmente utile, credo che sia molto più utile che tu ascolti allevatore, veterinario e educatore di cui ti fidi e non sto scherzando. Penso che una linea in questo momento si molto più utile. Ed è quello di cui ha bisogno questo cucciolo. Perché se è stato allevato bene come dici e quindi è un cucciolo normocomportamentale, come penso, non ha sicuramente tutti questi problemi che invece voi vedete ora. Un cucciolo allevato bene e quindi normocomportamentale non può far paura, è semplicemente un cucciolo.


Non comprendo il non dire il nome dell'allevamento se ne vai così fiero, ma rispetto la scelta.


Mi spiace di risultare piccante ma sono semplicemente una persona che ne ha viste tante e sta sempre dalla parte del cane. E in questo momento ha bisogno di una linea...cioè voi avete bisogno di una linea. Quindi è giusto che seguiate quella che vi sembra meglio per il bene del cucciolo

Offline Tiziana

  • Allevamento GoldenMania
  • Administrator
  • *****
  • Post: 8.960
    • Allevamento GoldenMania
Nemmeno io capisco il non voler dire il nome dell'allevatore....riservatezza??? Perchè?? Fa qualcosa di non legale???cmq


Io credo che ognuno debba usare la propria testa....ragionare...informarsi e capire quale sia la cosa migliore....


Allevo da "qualche anno", e sentire un allevatore che demonizza una pettorina a favore di un collare da retriever mi sa tanto di allevatore alle prime armi che segue i pochi consigli avuti e che ama le expo di bellezza....ma detto questo, rispetto tutti ma non a discapito della salute dei cani....i collari per errato uso da parte dei proprietari possono sfociare in patologie davvero tutt'altro che semplici...una tra tutte il collasso tracheale, che checchè ti abbiano detto il collo se sottoposto a strattoni o a tiri patisce molto....
Nel collasso tracheale, si assiste ad una modificazione della cartilagine tracheale che viene a perdere la sua normale rigidità. Fenomeni degenerativi colpiscono gli anelli cartilaginei tracheali, per cui la normale cartilagine ialina viene sostituita da tessuto fibrocartilagineo e fibre collagene.La conseguenza è che gli anelli tracheali non riescono più a garantire la normale conformazione della trachea nelle varie fasi della respirazione, tendono a collassare (da qui il nome della patologia) su se stessi. Il tratto interessato durante l’inspirazione è quello cervicale, invece durante l’espirazione l'aumento di pressione nella gabbia toracica ad opera dei polmoni può schiacciare il tratto intratoracico. Questo, comporta, durante la respirazione, una riduzione del lume tracheale e quindi una diminuzione dell’aria in entrata che nei casi più gravi può arrivare fino all’asfissia. Di conseguenza, si possono riscontrare rumori respiratori anomali, scarsa resistenza ad attività motoria, rigurgito e una dispnea di intensità variabile a seconda della gravità del collasso.

Detto questo....ognuno sceglie come agire...ma come ti ha detto Sofy se chiedi consigli e poi arrivi dicendo che devi seguire l'allevatore, il veterinario e l'educatore (anche qui...ma quando mai un cucciolo va strattonato per la collottola!!!! Solo le mamme possono permettersi questa pratica noi umani no!!!) forse i nostri consigli sono superflui perchè vanno a cozzare con quello che tu hai deciso di seguire....ma...magari informati, guarda un pò di foto di pettorine ad H magari della "haquiana" e guarda se ci sono contatti con nessuna delle articolazioni di movimento...la spalla...diverso discorso da alcune pettorine con fascia discesa sul pettorale o della Julius troppo pesante nei primi 12. mesi.


E tanto per capire....chiedi a più educatori se la pratica di prendere un cucciolo per la collottola può portarti lontano nel discorso rapporto con il tuo cane....vedrai che ti si aprirà un mondo se sentirai le persone giuste....

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
Tiziana se scorri i primi post voi per primi mi avete caldamente consigliato di farci seguire da un educatore ed è quello che puntualmente abbiamo fatto, visto che siamo in tema di consigli....e ti assicuro che non ci siamo affidati al primo trovato, ma a uno qualificato. Capisci bene che se adesso neanche le istruzioni dell'educatore vanno bene noi siamo non spaesati, di più! Io i consigli qui li chiedo perché comunque mi fido anche delle esperienze di chi ha o ha avuto un Golden, e l'educatore per quanto possa indirizzarci non può seguirci 24 ore al giorno. Quindi state pur tranquilli che certe vostre obiezioni (come ad esempio l'opportunità di tirare il cucciolo per la collottola in certi momenti) le recepisco ed eviterò di usare questo metodo in futuro, pazienza se disattendo quello che dice l'educatore!
Sul discorso del collare/pettorina apprezzo molto la tua spiegazione tecnica, e ora ti posso dire che siamo in confusione bestiale anche su questo punto.

Smetto di fare polemica, capisco che probabilmente non sono riuscito a trasmettere ciò che stiamo passando. Grazie a tutti comunque del supporto e del tempo speso, ci riaggiorneremo in tempi (si spera) migliori.

Offline veronique

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 106
Tiziana scusa ma stai facendo confusione: l'allevatrice che mi ha detto di usare il guinzaglio da retriever e non la pettorina ad H è la mia allevatrice e non quella di Axel.
Io al contrario di Axel non ho (non avevo) problemi a dire il nome dell'allevamento, anzi, l'affermazione di axel mi fa sorridere.
Certo pero' che sentirsi dire che l'allevatrice in questione è una principiante o una fissata degli expo mi fa più' innervosire che sorridere.
L'allevatrice ha quasi 30 anni di esperienza, mi è stata consigliata da persone a me molto vicine e ho visto cani del suo allevamento crescere e posso solo dire che oltre che belli sono cani equilibratissimi. E' tutto tranne che una dilettante.
A questo punto mi sembra palese che sui guinzagli ci sono due scuole di pensiero.. ho chiesto oggi ai miei amici golden dotati ( e non sono pochi, ho una casa in montagna in cui passo tanto tempo.. e i mon montagna quasi tutti hanno cani) e molti hanno il retriever (non tutti, diciamo che siamo quasi fifty fifty). Sono appena tornata da una passeggiata in centro a Torino e mi sono soffermata sui guinzagli. ho visto di tutto: retriever, pettorine ad H e pettorine Julius.
L'allevatrice poi mi ha detto di abituarla pure sia al retriiever che alla pettorina se cosi' preferisco., ma che almeno sia una Julius K, con aggancio vicino al collo e non sul torace.
Questione direi a questo punto di scuole di pensiero
ma non è che chi la pensa diversamente da noi deve per forza essere dilettante. Non so su che basi si possa dire questo

Offline orsidanna

  • Moderatore
  • ***
  • Post: 25.330
  • .... camminiamo insieme....
    • trekking a bologna
Non sono un allevatore, ma vivo con e per i cani da soltanto 49 anni.
E per questo non posso far altro che essere d'accordo con Sofia e Tiziana.
Lo ripeto: è semplicemente un cucciolo ed in quanto tale potrebbe anche arrivare dal migliore allevamento del mondo, ma rimane un CUCCIOLO e, per questo, deve essere aiutato a capire il nostro mondo.
Tutti noi siamo passati dalla stessa fase, alcuni più e più volte, quindi capiamo perfettamente le problematiche.
Capirete, se vorrete farlo, che il guinzaglio da retriever è un magnifico oggetto quando il cane vi VORRÀ  stare accanto, e capirete che a quel punto basterebbe anche un filo di cotone perché lui non vorrà andare da nessun altra parte.
Usarlo su un cucciolo, oltre a tutto ciò che ha detto Tizi, aumenta il pericolo che scappi perché i cani son furbi ed imparerà in un attimo a toglierselo.
Le pettorine a "fascia" sul davanti sono palesemente impattanti sulle spalle del cane e chi dice il contrario meno deve dimostrare con spiegazioni anatomiche affidabili, non "sull'esperienza".
Le H non impattano su nessuna articolazione ed aspetto anche qui una dimostrazione del contrario.
Ogni periodo di vita del cane è soggettiva, non esistono formule magiche o rituali da compiere.
Contano l'empatia, la fiducia, la serenità e la coerenza.
È facile quando gli prende la mattana ?
No.
Ma, come per un bambino, rimpiangerete questo periodo.
Sempre se riusciate a viverlo per quello che è: un percorso di crescita PER VOI e per lui.


P.s: Tizi credo volesse dire che chi fa "concorsi di bellezza" predilige il guinzaglio da retriever anche da cucciolo per farlo abituare da subito a quello che dovrà usare in futuro. Ma in questo modo non pensa alla conformazione fisica del cucciolo che ha bisogno del suo tempo per arrivarci pian piano.
E "abbandonare" le discussioni mi conferma che questo non è un problema di cane. Mi spiace dirlo, ma dalle risposte e dal tono degli scritti traspare questo.
Non si abbandona, ma ci si confronta cercando di ascoltare chi ha più esperienza di noi. E questo vale sempre, non solo qui sopra.




staff@golden-forum.it

Offline veronique

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 106
Guarda, la mia allevatrice non è ossessionata dai concorsi, anzi.. è ossessionata dal tenere i cani come suoi figli, non usa nemmeno i kennel.
MI ha dato il nome di una educatrice che verrà a casa nostra dopo cinque giorni che Ariel sarà a casa nostra. E anche lei ci ha detto di usare il guinzaglio.
Ripeto, partiamo dal presupposto che potrebbero esserci due scuole di pensiero e non necessariamente una sbagliata. Pensate che a me hanno detto che si sfilano le pettorine, non il contrario, E in effetti il Julius alla mia cavalierina una volta si è sfilato.
la h non la uso. Ho chiesto anche al veterinario e mi ha confermato quanto detto dall'allevatrice

Offline Tiziana

  • Allevamento GoldenMania
  • Administrator
  • *****
  • Post: 8.960
    • Allevamento GoldenMania
Ok Orsi ha ben spiegato il mio pensiero....


Per quanto riguarda la tua allevatrice Veronique, io non sono nessuno per affermare nessun tipo di pensiero su chi non so chi sia...ma....ho frequentato parecchi allevatori, molti dei quali o alle prime armi e che quindi seguivano pedissequamente ciò che veniva loro detto dalle persone dalle quali avevano acquistato il cane, o con anni e anni di esperienza alle spalle, ma che si sono fermati ad usare i mezzi a disposizione anni indietro....cerco di spiegarmi meglio...


Solo 20 anni fà il collare da retriever era l'unico che venisse consigliato a chi si avvicinava al mondo retriever, a chi acquistava un cucciolo l'allevatore demonizzava ogni altro tipo di collare, perchè o rovinava il pelo o il cane non recepiva i "comandi giusti"....questo perchè molti anni fà anche il tipo di "educazione" era molto più improntato all'addestramento piuttosto che alla collaborazione....


Poi, come in tutti i campi, fortunatamente si cerca di andare avanti, di comprendere anche le esigenze di questi nostri amici a 4 zampe, di cercare di entrare in sintonia con loro e non solo di fare bella figura in expo per aver una serie di coccarde da appendere al muro, o per dire ai futuri clienti di aver un palmares di campioni....si è cercato di entrare in sintonia con i cani, di lavorarci per il piacere di stare insieme e di conseguenza si sono sviluppati mezzi più idonei a farlo, nel rispetto della loro conformazione e del rapporto tra cani....
Il mio primo cane, arriva da una delle più conosciute allevatrici di Golden, Royal Crest, che se solo mi sentiva parlare di pettorina andava in crisi...per lei il golden cammina solo con il guinzaglio da retriever...
Di contro mai mi avrebbe affidato due dei suoi cani se io non avessi imparato ad usare il kennel.


Detto questo, come in ogni campo, credo che la cosa più importante sia informarsi e non credere solo alle esperienze altrui, le mie comprese chiaramente, che possono essere giustissime o meno, che poi esistano più e più scuole di pensiero è verissimo, i pro collare saranno sempre contro le pettorine e viceversa....ma....


La cosa che non accetto è il dire senza riscontri medici che un mezzo fa male alle articolazioni, mentre un altro no....ricordiamoci sempre che di cani con collasso tracheale dato da un errato uso del collare da retriever ce ne sono molti e tutti documentati...perchè il problema non è il collare, ma la mano di chi lo usa e credimi ho visto cuccioli volare all'indietro per uno strattone dato da una mano inesperta all'uso del collare....


Poi, imparare ad usare tutti i mezzi a disposizione è la cosa migliore, e come dice Orsi, se per strada mi si rompe la pettorina, il collare o tutto ciò che sto usando, il mio cane deve saper camminare anche con la tracolla della borsa o con un cordino....perchè vicino a lui ci sono io e non il mezzo....


Detto questo, noi siamo sempre qui, aperti al colloquio e aperti a dare i consigli che abbiamo vissuto sulla nostra pelle negli anni...

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
X Orsidanna

Non ho abbandonato la discussione, ho scritto che aggiornerò l'evoluzione del nostro rapporto con Axel con più distanza di tempo tra un update e un altro per darci modo di applicare i correttivi e vedere i risultati nel lungo periodo, non ha senso scrivere quello che combina ogni 3 ore anche perché mi rendo conto che poi passo per super ansioso.

Io credo di non aver mai detto che abbiamo un cane sbagliato o lasciato intenderlo, anzi vi sfido a trovare le parti in cui si evince questo. Che il problema siamo noi e la nostra totale inesperienza, ci è sempre stato chiarissimo. Infatti quando parlo dei momenti di depressione mi riferisco esclusivamente ai nostri dubbi sul fatto di essere effettivamente all'altezza di crescere un cane e di renderlo felice come merita, e se prima di fare queste scelte che rivoluzionano la vita avremmo dovuto fare valutazioni più approfondite, aiutati da qualcuno che ci mettesse subito difronte a quello che ci avrebbe aspettato. Quando vediamo certi comportamenti nel cane, capiamo che non si è ancora instaurata una buona relazione con noi, e questo ci fa male ma più per lui che per noi. Ma da certe scelte non si torna indietro e ora spetta a noi "trovare la quadra" della situazione.

Se dai miei scritti è passato altro mi dispiace ma non è la realtà dei fatti. Abbiamo appena iniziato un percorso con un educatore, e ricordo anche a te che è quello che quasi tutti ci avete consigliato, prima non pensavamo fosse necessario, poi ci siamo convinti, segno che non è assolutamente vero che non ascoltiamo i vostri preziosi contributi. E sempre voi stessi ci avete consigliato di evitare di leggere internet e sentire mille campane perché saremmo solo andati in una confusione incredibile, e di seguire rigidamente la linea dettata dall'educatore. Quindi capite bene che adesso non possiamo disattendere un percorso iniziato con lui (e ribadisco che voi in primis ci avete detto di fare così), non stiamo spendendo soldi a vuoto, questo non vuol dire che non teniamo conto delle vostre considerazioni. Tiziana per esempio trova un'assurdità tirare il cane per la collottola, il mio educatore sostiene che senza esagerare nel farlo di continuo e quando fa qualcosa che davvero non deve fare in nessun modo (quindi non certo se acchiappa una ciabatta), si può fare. Voi provate per un attimo a mettermi nei miei panni e capite che poi ho difficoltà a capire che strada prendere in certi momenti, posso solo provare a "mediare" tra le due posizioni e quindi attuare questo metodo davvero come estremissima ratio.
Ho fatto un esempio ma potrei parlare di tante altre situazioni.

Sulla pettorina ad H chiedevi una spiegazione e ti posso solo dire che il mio allevatore come giustificazione la stessa dell'allevatrice di Veronique, leggiti il suo post più sopra per sapere quale. Non ho le competenze per sapere chi ha ragione.
Ringrazio ancora tutti.

PS Visto che ci tenete allora no problem, l'allevamento è questo qui:
 http://muchmoregolden.it/

Offline victhor

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 13
Ciao, prendi ciò che dico sapendo che non ho l'esperienza degli altri utenti.
Proprio per questa ragione, personalmente, chiederei all'educatore un approccio diverso ed una presenza più ravvicinata. Va bene parlare della psicologia canina (come hai scritto) ma per quello posso comprare e leggere un libro. A me invece interesserebbe vedere come reagisce l'educatore a fronte dei comportamenti del cane che hai evidenziato. Per questo penso che un incontro alla settimana sia poco e che sarebbe meglio un incontro quotidiano o al più a giorni alterni, sia in casa che all'aperto. Vorrei che l'educatore mi guardasse e mi correggesse, se necessario, nel momento in cui cerco di mettere in pratica i suoi consigli.
Se invece l'incontro avviene solo settimanalmente temo che la mole di informazioni sia tale da essere un po' dispersiva e poco utile. Hai elencato una serie di situazioni giornaliere che percepisci come molto problematiche e io non mi sentirei di attendere una settimana prima di poterne nuovamente discutere "sul campo" con la persona a cui ho deciso di affidarmi.

 


Privacy Policy - Cookie Policy