Autore Topic: È entrato in casa nostra da una settimana, ma è ingestibile: dove sbagliamo?  (Letto 31859 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
Axel ha 2 mesi e pochi giorni ed è un meraviglioso esemplare di Golden, da circa una settimana in casa nostra. Doverosa premessa: è la nostra prima esperienza non solo con un Golden ma con un cane in generale.
Eravamo pronti ad un cucciolo esuberante ma francamente non fino a questo punto, avevamo individuato nel golden il cane dolce e docile che tutti descrivono e invece ci ritroviamo un satanasso. Il problema è il suo eccessivo nervosismo e disobbedienza. Ci sono momenti della giornata in cui gli prendono i cosiddetti 5 minuti (che poi in realtà sono molto di più), non bastano 3 persone a fermarlo, comincia a mordere e tirare qualunque cosa gli capiti davanti comprese le nostre mani tanto che ci ha già tirato dei morsi bestiali, distrugge le traversine, si muove in maniera irruenta e nevrastenica ed è già capitato che abbia sbattuto la testa e si sia fatto male vicino allo spigolo di un mobiletto del soggiorno, abbiamo un piccolo pateo all'esterno e come mette il becco fuori si scaraventa subito su una pianta e si mette a mordere violentemente i rami e a mangiarsi foglie. Ma è talmente rabbioso quando fa tutto questo che gli escono gli occhi dalle orbite, è indemoniato. Di una cosa almeno eravamo soddisfatti, ovvero che sapesse già fare i bisogni sulla traversina, e invece et voilà, da ieri sta cominciando a lasciare pipì e cacca ovunque tranne che sulla traversina, dalla quale è attratto solo per strapparla e mangiarla. Quindi peggiora anziché migliorare.
Il problema vero è che sembra non recepire nessuno dei nostri rimproveri e dei nostri metodi: gli diciamo dei "no" fermi, gli tiriamo la collottola, lo abbiamo chiuso in una stanza da solo per un po', nulla di tutto questo pare funzionare.
Tutti i cuccioli sono vivaci, ma credo che il nostro abbia un surplus di "dominanza" non da poco purtroppo.
Mi sto convincendo sempre di più che rivolgermi a un addestratore è forse l'unica via...

Offline verasofia

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 249
  • Olivia la Goldenina
    • Instagram di Olivia
Ciao! :)

Inizio con qualche domanda. Avete preso Axel che aveva meno di due mesi? Nel tempo che ha passato in allevamento ha avuto modo di stare con la mamma e i fratellini e di fare esperienza con il mondo esterno?
Ti faccio queste domande perché l'educazione dei primi due mesi è fondamentale per portare a casa un cucciolo equilibrato. Sarebbe bene aspettare i due mesi e mezzo, ma il minimo sindacale sono due mesi, che possono bastare se fatti bene, ovvero se:
1) Passati con la mamma e con i fratelli per imparare a relazionarsi coi suoi simili;
2) Passati con gli umani per imparare a relazionarsi con loro e con tutti gli stimoli del mondo esterno.
Lo scenario che racconti è tipico di un cucciolo in cui questi primi due mesi non sono stati affrontati correttamente.

PRESUPPOSTO: Io, fossi in te, vista la prima esperienza, contatterei subito un educatore cinofilo per impostare un percorso e costruire una buona relazione con il tuo Axel. Niente è irrecuperabile, e i cuccioli da piccoli sono letteralmente spugne e con i giusti metodi imparano molto velocemente.

Nel frattempo ti posso dare qualche consiglio.
1) Per il problema del mouthing: i cuccioli mordono, non c'è nulla da fare ed è un loro bisogno. È giusto però far capire cosa si può mordere e cosa non si può mordere. Bisogna insegnare a non mordere le mani o le caviglie o i vestiti: bisogna muoversi con calma, non stimolare eccessivamente il cucciolo con il proprio movimento o con le mani, evitare di fare movimenti bruschi o di ritrarre le mani quando il cucciolo morde (perché è incentivato a inseguirle) ma dire NO secco, lasciarle cadere a peso morto, e, se non basta, dargli le spalle e ignorarlo totalmente.
2) Per il problema di iperattività e dominanza: stanca il tuo cane nel modo corretto. Fagli sfogare l'istinto della masticazione (es. giochi per dentizione o radici di erica), stancalo con ricerca olfattiva (es. gioco del "cerca" nascondendo le crocchette o materassino olfattivo) e con il gioco. Visto quello che mostra, evita i giochi troppo fisici come la lotta e prediligi i giochi di attivazione mentale.
3) Insegna la calma: premia il tuo cane quando è calmo, ignoralo quando è agitato. Chiudere un cucciolo in una stanza da solo senza un training adeguato è controproducente, perché all'apertura della porta sarà ancora più agitato. Penso che possa esserti utile il kennel se fai kennel training nel modo corretto (informati e magari fatti aiutare). Intanto ti lascio un post di kaffa qui.

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
@verasofia

Ciao verasofia, grazie del tempo dedicatomi. Dunque Axel è nato il 14 marzo e lo abbiamo ritirato il 13 maggio, quindi praticamente 2 mesi precisi. È stato con la mamma e tutti i suoi fratellini (infatti ho diversi video in cui giocano nel prato tra loro) e con la coppia di allevatori, che abitano anche lì. Ovviamente visto il periodo per ovvie ragioni, non credo abbiano ricevuto altre visite di umani al di fuori dell'allevatore. Ad ogni modo coloro a cui ci siamo rivolti sono persone che, al di là del fine commerciale, hanno davvero un amore indicibile per i loro cani e abbiamo potuto comprovarlo, tanto che mi contattano quasi quotidianamente per sapere come sta andando e in caso di qualunque dubbio o problema concedono anzi pretendono di essere chiamati anche di notte. Infatti ci hanno sempre detto: "Noi li affidiamo ma i cani rimangono nostri tutta la vita e ci saremo sempre per loro". Ho davvero pochi dubbi quindi sulla loro professionalità e sul fatto che abbiano fatto le cose per bene nei primi due mesi, è considerato il miglior allevamento nella mia zona.
Ovviamente non ho mancato di discutere la questione prima di tutto con loro, e hanno minimizzato dicendo che è perfettamente normale che il cucciolo sia così vivace e soprattutto i giorni post-distacco dalla madre e i fratelli possono essere un po' problematici. All'idea dell'addestratore hanno detto che può essere utile ma con un Golden è facile cavarsela anche da soli. L'unico consiglio che ci hanno dato è di essere più rigidi e di non perderci in tante smancerie, in quanto il Golden ha bisogno di individuare un capobranco autoritario e non deve prendere il sopravvento. Peccato che sia esattamente quello che sta succedendo, nonostante stiano cercando di essere severi il giusto e di punirlo come possiamo quando sbaglia...:D

Passiamo ora alle nostre abitudini. Effettivamente quando cerca di mordere (sappiamo che non lo fa per farci del male) ritraiamo subito la mano oppure cerchiamo di tirare con forza il tessuto del vestito dai suoi denti, con lui che a quel punto si mette a tirare ancora di più. Qui magari già sbagliamo.
Capitolo dentizione: ci siamo attrezzati con degli ossicini a base di carne bovina (anche se ho qualche dubbio che magari qualche scaglia troppo tagliente possa essere pericolosa), una cordicina, e dei peluche, che non ti sto a dire in che stato riduce. Li prende per un orecchio o per il naso e comincia a strizzarli a più non posso, ringhiando anche pesantemente contro di loro. E, cosa che ci ha lasciato esterrefatti vista l'età che ha, ha iniziato già a montarli. Quando prende sotto torchio i peluche diventa veramente ma veramente assatanato. Nei prossimi giorni, per dargli delle varianti, abbiamo pensato di comprargli altri giochini, tipo un pollo in lattice o quelle ventose attaccate ad un filo e una pallina che ora vanno molto di moda.
Per quanto riguarda infine i premi, finora li stiamo utilizzando solo per quando fa i bisogni sulla traversina, forse dovremmo utilizzarli di più.

Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 14.239
    • Il mio profilo Linktree
Ciao, leggo tanto stress... in lui e in voi...
Tutti i consigli che hai ricevuto sono validi, ma voi avete bisogno di acquisire una serena fermezza con Axel. Un cane è un cane, un Golden non è necessariamente più quieto di un Beagle.
Fatevi aiutare da un educatore.
Io peraltro toglierei le traversine e incrementerei per un po’ le uscite.
Ah, montare i giocattoli è un modo per calmarsi, non c’entra nulla con la monta sessuale.
Parlare di dominanza in un cucciolo ha pure poco senso. Axel ha bisogno di punti di riferimento e di meno NO. Non sa che cosa vuol dire, lui sente solo che urlate e si eccita di più.
Premiare la calma è fondamentale, fargli capire quando è bravo.
Per carità, non comprate quella cosa orrenda di ventosa con attaccata la pallina! Sei tu che devi giocare col tuo cane, fare cose assieme. Poi si riposerà. Certi giocattoli sono veramente l’alienazione più assoluta, e quella ventosa è pure frustrante.
Meglio i giochi che aiutino la concentrazione, per esempio i giochi di naso...
E trovate un bravo educatore che vi aiuti nella relazione.

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
@lamaria

Grazie anche a te.
Si, effettivamente siamo stressati, e probabilmente non siamo stati neanche preparati nel modo giusto. Ciò è possibile si stia riversando anche su di lui.
Le uscite le incrementeremmo volentieri ma fino a che non completa l'iter delle vaccinazioni ci hanno vietato categoricamente di portarlo fuori. Sta di fatto che stiamo facendo i salti mortali per impedirgli di avvicinarsi alla traversina per distruggerla. Solo che per dispetto o non so per cosa ha iniziato a fare i bisogni anche fuori, mentre i primi 2-3 gg era stato bravissimo.
Credo che vada cambiato approccio ed essere più calmi, sono d'accordo con voi. Rimproverarlo continuamente e gridargli continuamente NO credo che lo stia solo inasprendo ancora di più ed era il dubbio che avevo. Poi però parli con altri e ti vengono a dire che col cane devi farti sentire e devi usare metodi poco ortodossi perché altrimenti ti vedrà come un debole e farà sempre quello che vuole...invece lui deve temerti.
Ma la miseria, io non ho preso un Golden per fare il militare con lui e allevare un cane che debba aver timore di far tutto con me...io l'ho preso per dargli amore e riceverne altrettanto...perché devo inibirmi nel fargli una coccola in più se ne ho voglia... è questo equilibrio tra "bastone" e "carota" che è difficile raggiungere...ma è così anche coi figli in fondo...

P.S. Eviterò quel giochino allora. Ma un dubbio: anche peluche vari andrebbero eliminati? E quando ha questi momenti di sfogo con loro, li morde e li sbatte dappertutto, va lasciato fare per farlo sfogare o bisogna al contrario calmare la sua eccitazione? Perché anche questi sfoghi che ha con i pupazzi secondo me non gli fanno tanto bene...

Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 14.239
    • Il mio profilo Linktree
In cinofilia c’è ancora chi crede che col cane bisogna fare il “capobranco”, intendendo con ciò che il proprietario debba dimostrare non solo “dominanza”, ma anche una sorta di ferocia per farsi rispettare.
È indubbio che un cucciolo, lasciata la madre, ha bisogno di punti di riferimento. Ma è anche indubbio che deve dormire molto. Insomma, è come quei bambini che rischiano di stressarsi troppo se non aiutati a trovare da soli la loro calma.
Sappiamo tutti, poi, che la sera ai cuccioli viene la “mattana” e possono correre in giro tanto da farsi male.
Piuttosto di tanti peluches lasciati a disposizione, io davo (e do tuttora) una bottiglia di plastica schiacciata (facendo attenzione che non si mangi i pezzetti) oppure una treccia fatta di pezzi di lenzuola vecchi.
Puoi lanciare dei crocchini in giro e invitarlo a cercarli, anche portandolo all’aperto, in un campo erboso “sicuro”.
Guarda, io ho seguito le indicazioni della mia vet e sinceramente penso che Axel chiuso in casa, senza più i suoi fratellini, stia sclerando. Comincia a portarlo fuori, evitando marciapiedi cittadini e aree cani.
Ma santo cielo, fagli fare qualcosa, se hai amici con cani vaccinati faglieli incontrare...

Offline MARCANTONIO

  • Utente Rubino
  • *********
  • Post: 36.365
  • Teo nel cuore, Artu' e Rocky le mie pesti amate
ciao Axel, come ti hanno detto, l'approccio deve essere un po' cambiato, ignoratelo quando passa il segno, se morde fategli un ahi di dolore vedrete che smette subito.Capitolo traversine, personalmente col golden le ho usate pochissimo, col jack forse un paio di giorni perche' le distruggeva, imparano presto a farla fuori non crucciatevi troppo. I giochini li potete usare senzaltro, ma dovete giocare con lui, stimolarlo, solitamente amano le palle, usatene due una la lanciate poi lo chiamate e quando arriva dategli il lascia e tirate l'altra palla.Premiatelo quando fa le cose per bene, vedrete un golden da il massimo della felicita'
Teo Artu' e Rocky

Offline Luna14

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 342
Concordo con quanto scritto da LaMaria,  tra l'altro il cucciolo da quello che dici era abituato ad uscire,  credo che stia sclerando perchè ha bisogno di uscire a fare delle passeggiate,  fatte con calma,  vedrai che se fai qualche uscita breve al giorno,  andrà subito meglio.   Sicuramente vi potrà aiutare molto anche un educatore,  ma va scelto con cura.

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 9.718
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO !"
Ciao, leggo tanto stress... in lui e in voi...
Tutti i consigli che hai ricevuto sono validi, ma voi avete bisogno di acquisire una serena fermezza con Axel. Un cane è un cane, un Golden non è necessariamente più quieto di un Beagle.
Fatevi aiutare da un educatore.
Io peraltro toglierei le traversine e incrementerei per un po’ le uscite.
Ah, montare i giocattoli è un modo per calmarsi, non c’entra nulla con la monta sessuale.
Parlare di dominanza in un cucciolo ha pure poco senso. Axel ha bisogno di punti di riferimento e di meno NO. Non sa che cosa vuol dire, lui sente solo che urlate e si eccita di più.
Premiare la calma è fondamentale, fargli capire quando è bravo.
Per carità, non comprate quella cosa orrenda di ventosa con attaccata la pallina! Sei tu che devi giocare col tuo cane, fare cose assieme. Poi si riposerà. Certi giocattoli sono veramente l’alienazione più assoluta, e quella ventosa è pure frustrante.
Meglio i giochi che aiutino la concentrazione, per esempio i giochi di naso...
E trovate un bravo educatore che vi aiuti nella relazione.
Quotone.
Le due P... pazienza e perseveranza.
La Kira e la Charlie
..E immersi noi siam nello spirto
silvestre,d'arborea vita viventi..E andiam di fratta in fratta,or congiunti or disciolti..

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
Grazie davvero dei consigli, speriamo che le cose migliorino perché siamo molto preoccupati e disorientati, alterna momenti di grande tenerezza e dolcezza in cui si avvicina, ti guarda con guegli occhioni, si fa coccolare e ti dà tante leccatine ad altri momenti di vero sclero. Anche stasera siccome gli abbiamo negato di fare quello che voleva ha cominciato a fare dei salti incredibili sul divano sul quale eravamo seduti e ci è venuto addosso, non nego che abbiamo anche avuto un pizzico di paura perché avevamo la sensazione che volesse aggredirci, ci abbaiava contro e mostrava i denti, anche se probabilmente era solo una sensazione la nostra.
Che abbia bisogno di uscire penso che sia vero, non a caso spesso si mette davanti alla finestra e abbaia, solo che sia l'allevatore sia la veterinaria sono stati categorici nell'evitare passeggiate. Sia per il rischio di incontrare altri cani malati ma anche per quello che può trovare a terra fino a che non è totalmente vaccinato. Abbiamo un piccolo pateo ma se lo facciamo uscire si mette a mangiare tutte le foglie delle piante, ieri a momenti si mangiava un ramo intero di citronella.

Siamo in grande, grandissima difficoltà. Mia madre addirittura scoraggiatissima sta iniziando a fare strani pensieri sul ridarlo all'allevatore. Io credo che prima vada fatto almeno un tentativo con un educatore.

Offline Brina

  • A te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di piu
  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.976
Ciao, anche con la mia prima golden Brina i primi giorni sono stati "impegnativi", un caratterino...... a parte lo sporcare, ha sempre fatto tutto sulle traversine.
Io mi ero rivolta alla collega del mio veterinario di fiducia, che era comportamentista, e con pochi consigli abbiamo risolto davvero in pochissimo tempo.
È stata una compagna di vita eccezionale, la portavamo con noi ovunque.
Portate pazienza, in fondo è con voi da poco tempo, ha lasciato mamma e fratellini e deve capire cosa volete da lui.
Se poi siete stressati, non fate altro che trasmetterlo al cucciolo.




Offline morgana

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 410
Dico la mia anche se sostanzialmente concordo con i consigli che ti hanno gia’ dato. Mi sa che hai a che fare con un cane stressato perche’ “non fa abbastanza il cane”. Portalo fuori - evita le aree cani ma cerca di farlo correre in un prato (guinzaglio allungabile). Gioca all’aperto con lui, mangera’ erba, terra, foglie, rami, legni e va bene cosi’. L’importante state attenti che non tiri su schifezze tipo fazzoletti o plastica, il resto deve assaggiarlo, i cani hanno naso e bocca per conoscere il mondo, se lo fai stare in casa o giusto uscite brevi sul marciapiede per i bisogni gli togli la possibilita’ di fare il cane.  Ha gia’ avuto il primo vaccino e gli anticorpi della madre, l’importante e’ non fargli leccare le cacche degli altri cani e che non lo porti in qualche discarica piena di topi. La vaccinazione si completa a tre mesi / tre e mezzo, vuoi fargli passare un mese e mezzo in casa? Andate fuori di testa voi poi....... Vedrai che se il cane trova stimoli di gioco, divertimento e impegno fuori casa sara’ piu’ bravo e tranquillo quando e’ in casa. All’inizio dormono molto ed e’ indispensabile che lo facciano. Inizia a giocare con lui insegnandogli qualche comando, seduto, vieni, resta, terra. Premialo con i crocchini che gli dai come pasti sottraendoli poi alla pappa (senno’ prende peso)  Mai punirlo, solo rinforzo positivo premiandolo quando si comporta correttamente. Ogni tanto ai cani gli prende il matto ma e’ normale, aspetta che gli passi e quando si e’ calmato premialo.

Abbaiare e mostrare i denti a due mesi non va bene. Educatore prima possibile.

ultimo ma non ultimo : “ti vedra’ come un debole mentre invece deve temerti” e’ una stronzata galattica. Un corretto rapporto e’ quello del rispetto, i Golden sono cani intelligenti e profondamente attaccati ai loro compagni umani. Tu devi rispettare le sue esigenze di cane e lui ti ricompensera’ con un rapporto di fiducia che non ha eguali. Va solo impostato nel modo corretto, dovete solo imparare a capirvi.

come ha detto Renato, pazienza e perseveranza. Dai che ce la fate.
“il futuro non e’ fissato, il destino e’ quello che ci creiamo noi”. John Connor

Offline Chia71

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 4.551
Portalo fuori, in posti sicuri ma deve uscire ... a costo anche di portarlo in braccio nei tratti non sicuri ma deve conoscere il mondo, deve ascoltare rumori, conoscere gente, osservare, annusare e stancarsi, mentalmente stancarsi ... Senza vedere non si può capire se è effettivamente "indemoniato" o se invece è semplicemente che la sua esuberanza è oltre quella che voi vi aspettavate ... Il mio da cucciolo rincorreva mia figlia per morderle le lunghe trecce di capelli, e non sono stati bei momenti soprattutto per lei che a 6 anni si aspettava il cucciolo da coccolare, dovevamo tenerli divisi perchè era ingestibile con lei, poi ti rendi conto che in realtà per lui era il massimo del divertimento avere una "cucciola" con cui giocare, mica lo faceva apposta, la vedeva e la sentiva come un suo simile, mordicchiava le mani, ciabatte ma è normale era un cucciolo, doveva conoscere, giocare, farsi i denti che danno fastidio e sono terribilmente aguzzi ...
Non strappate i vestiti che ha in bocca, fate sempre uno scambio, se tu molli ciò che è vietato io in cambio ti dò un premietto ... Vedrete come molla in fretta... Dovete andare su giochi di calma e attirare attenzione su di voi, che diventerete dispensatori di gioia e prelibatezze per lui, e la sua attenzione crescerà e sempre più si disinteresserà a cercare altrove fonte di gioia se già voi gliela fornite... Al momento per lui siete quelli che gli urlate dei no che non può capire ... I primi tempi dovrete avere sempre con voi dei premietti o un suo gioco preferito da usare tempestivamente ogni volta che manifesta il comportamento giusto e ignorare il comportamento sbagliato .... Capirà presto che certi comportamenti portano a qualcosa di buono ;) ... E poi giochi insieme a voi ... che può essere lanciargli la pallina, correre un pò insieme, abituarlo al guinzaglio ... In questo avete già provato? Se lo portate in giro con guinzaglio sarete voi che pur lasciandogli libertà lo condurrete in luoghi tranquilli magari un prato dove non possa andarsi a mangiare cespugli o schifezze umane... Portatelo a fare giri in macchina ... All'inizio è un pò difficile, sono cuccioli chi più chi meno ha fatto impazzire ma è anche il loro bello dopo raccontarlo ...

Offline Axel2020

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 62
Grazie Chia, ci stiamo mettendo tutta la buona volontà, il discorso è che da inesperti in questo momento siamo pieni di dubbi, timori, su internet si legge tutto e il contrario di tutto riguardo l'educazione dei cani e questo purtroppo non aiuta a sbrogliare la nostra confusione.
Abbiamo ritenuto opportuno contattare un buon educatore segnalatoci dal nostro stesso allevatore, prima della prossima settimana non potrà venire a casa nostra ma nel frattempo ci ha fatto una prima "lezione" al telefono.
Ci ha spiegato che i morsi del cucciolo sono normali perché così facevano anche tra fratellini e loro imparavano a regolare l'intensità del morso in base al lamento dell'altro. Ci ha anche detto che quando ci vuole addentare è meglio non allontanare la mano perché continuerà a inseguirla e pensare che sia un gioco, ci dobbiamo far mordere e se ci accorgiamo che ci sta facendo troppo male, dobbiamo farglielo capire anche con un AHI AHI o simulando un guaito, in quel momento dovrebbe lasciare la presa ricordandosi di quello che succedeva coi fratelli. Stiamo provando a far così ma le parole dell'addestratore non si ritrovano tanto, oggi per esempio mi ha addentato e mi ha procurato un graffio enorme facendomi uscire il sangue, a nulla è servito il mio lamento di dolore (ho esclamato con tono acceso AHI AHI AHI e ho anche fatto finta di piangere).
Noi abbiamo paura non tanto per noi stessi quanto per gli altri, se prende questa piega anche da adulto e mentre stiamo a passeggio tira un morso a qualcuno che magari vuole solo fargli una carezza, inutile dire che la responsabilità sarebbe la nostra. Ad ogni modo l'addestratore mi ha tranquillizzato dicendomi che dal 4/5 mese questo vizio scomparirà (ma leggendo altre esperienze anche qui non sembra così scontato).
Ovviamente questa non è l'unica problematica che stiamo incontrando. Ha il vizio di "rubarci" gli oggetti (pantofole, tappetini, vestiti appesi ad una sedia ecc), tira tende, pelle dei divani ed inutile dire quanta fatica facciamo per farlo desistere da questi atteggiamenti. Anche qui ci sono varie scuole di pensiero: chi dice che dobbiamo adottare la tecnica dello scambio (e lo stiamo facendo), poi sento il mio allevatore e lui ha una teoria tutta sua. Secondo lui, se il cane sta facendo qualcosa di sbagliato, offrirgli un gioco in scambio equivale a premiarlo per quello che sta facendo, quindi secondo lui in quei momenti il cane va semplicemente sgridato con dei NO severi e se necessario tirargli la collottola. Chi ha ragione? La tecnica dello scambio l'adotta tutto il mondo, eppure lui alleva Golden da una vita, avrà quindi i suoi motivi per dirlo? Anche la storia dei NO, chi dice che non servono a niente e innervosiscono ancora di più il cane, chi come il mio allevatore sostiene che invece il cane li recepisce eccome.
Finita qui? Magari. Abbiamo una casa indipendente a tre piani ed è superfluo dirvi di quanto Axel lotti per salire e scendere le scale. Come vede che qualcuno di noi va sopra o sotto, parte e ci segue. L'addestratore ci ha detto che è sbagliato, andrebbe fatto salire quando vuole altrimenti si affiderà sempre a noi, mentre il nostro allevatore è stato assolutamente categorico nel dirci che fino a 6 mesi non può farle, "avrà 15 anni per imparare" dice, dobbiamo prenderlo in braccio ogni volta se vogliamo farlo salire e scendere, per il discorso della displasia e che in tenera età non vanno sollecitate troppo le anche, oltre agli effetti nefasti che avrebbe una caduta e una frattura in un momento in cui le ossa sono in piena crescita. Oltretutto il nostro ha grado 0 di displasia e per lui sarebbe suicida prendere rischi. Peccato che Axel ha già imparato bene almeno a salire (a scendere ha paura) ed è talmente veloce che a volte non ci lascia il tempo di prenderlo che si fa praticamente tutta la rampa. Abbiamo messo davanti dei cartoni solidi, ma ha imparato a spostarli o buttarli giù, quindi stiamo pensando di mettere davanti alle scale una sorta di parafulmine, tipo quelli che si mettono davanti ai camini.
Capitolo giochi e uscite: anche l'addestratore pensa che il cane stia soffrendo lo stare sempre in casa e andrebbe fatto già uscire in zone sicure, ma purtroppo trovare zone non frequentate al 100% da altri cani è parecchio complicato, sia allevatore che veterinaria sono dell'idea che essendoci l'eptavalente il 3 giugno, non vale la pena prendersi rischi per 10 giorni. Stiamo rimediando facendolo scorazzare sulla rampa esterna che collega il garage del piano di giù, apriamo la saracinesca e si fa qualche corsetta dalla rampa al box, gli facciamo rincorrere la palla anche se non è molto interessato, a volte la rincorre altre volte la ignora, piuttosto abbiamo una striscia di terra adiacente alla rampa e ogni volta si catapulta sulla pianticella di citronella che abbiamo, gli piace un sacco e si mangia foglie su foglie.

Questa è la situazione e come vedete non è nemmeno semplice districarsi tra chi dice una cosa e chi un'altra.

Comunque ci sono anche aspetti comportamentali positivi, altrimenti faccio passare il cagnolino per il mostro che non è: ha ripreso a fare di nuovo tutti i bisogni sulle traversine; quando siamo a tavola non ci disturba (forse perché lo facciamo mangiare con noi e subito dopo gli parte l'abbiocco); nei momenti in cui è calmo è un tenerone e si fa coccolare, baciare molto, lui risponde con lunghe e divertenti sessioni di leccatine a mani e/o piedi. Quando fa il bravo lo premiamo con un "regalino" (biscottino o pezzetto di stick o pezzetto di mela) come consigliatoci dall'educatore.

Ci stiamo conoscendo sempre meglio ma è normale che vorremmo migliorare il nostro rapporto sempre di più, speriamo di imparare ancora di più la settimana prossima quando l'educatore verrà a casa.
« Ultima modifica: 22 Maggio 2020, 17:31:00 da Axel2020 »

Offline Brina

  • A te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di piu
  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.976
Ciao, si per le scale non deve assolutamente farle, va sempre preso in braccio, riuscite magari a mettere dei cancelli come per i bimbi piccoli?
La comportamentista a me aveva fatto usare lo spruzzino, mi aveva sconsigliato di toccarla per darle il no, dicendomi che l'avrei innervosita ancora di più.
Quando per esempio si attaccava alle tende e non era distrazione che la faceva desistere, la spruzzavo senza farmi vedere e le davo il BASTA contemporaneamente.
La seconda volta era bastato il BASTA e aveva smesso subito. Poi la facevo giocare tanto con la pallina, che adorava riportare.
Io la portavo fuori in braccio, per abituarla ai rumori, alle macchine, poi mi sede o su una panchina e lei sulle mie ginocchia si guardava intorno.
Questa la mia esperienza.
Coraggio e pazienza

 


Privacy Policy - Cookie Policy