Autore Topic: Domanda apertura allevamento  (Letto 1150 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Signo11

  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 837
Domanda apertura allevamento
« il: 29 Marzo 2021, 21:07:16 »
Ciao a tutti, so che sarà una domanda strana ma visto che mi sono affezionato tantissimo a questa razza grazie al mio Athos e visto che comunque amo stare con gli animali, stavo pensando di aprire un allevamento di golden retriever.
E' fattibile come cosa? Nel senso se comunque hai lavoro o se invece è meglio lasciar perdere.
Soprattutto, cosa bisognerebbe fare prima di aprire questo tipo di attività?
Grazie mille  :)

Offline Mauro•Aaron

  • ...una vecchia leggenda narra, che quando un uomo accoglie e protegge un animale aprendogli la porta di casa, domani, anch'esso farà lo stesso aprendogli il cancello del Paradiso
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 13.436
  • Solo il tempo ci dirà!
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #1 il: 30 Marzo 2021, 11:40:40 »
Nessuno meglio dei titolari del forum può risponderti visto che sono anche allevatori, buona fortuna!

Offline Sunshine

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 31
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #2 il: 05 Aprile 2021, 22:06:44 »
Ciao a tutti, so che sarà una domanda strana ma visto che mi sono affezionato tantissimo a questa razza grazie al mio Athos e visto che comunque amo stare con gli animali, stavo pensando di aprire un allevamento di golden retriever.
E' fattibile come cosa? Nel senso se comunque hai lavoro o se invece è meglio lasciar perdere.
Soprattutto, cosa bisognerebbe fare prima di aprire questo tipo di attività?
Grazie mille  :)
Ciao,
Ti do la mia visione della cosa, non sono allevatrice ma mi sto approcciando a poco a poco all’idea, sto studiando e raccogliendo informazioni, mi sto confrontando con vari allevatori e sto tentando di studiare le linee di sangue.
 Per rispondere al tuo “è fattibile come cosa” ti dico: TUTTO NELLA VITA È FATTIBILE.
Però ecco, credo che serva molto studio alla base.
Non è semplicemente un “far cucciolate”.
Per allevare occorre avere un obiettivo. Credo occorra chiedersi “perché allevare?”
Quale sarebbe il tuo scopo?
Quali i tuoi obiettivi?

Ovviamente servono delle conoscenze almeno base di genetica, di cinologia, di educazione cinofila, e anche qualcosa di veterinaria.

Avete mai partecipato a delle Expo?
Anche questo per me è importante per far valutare da qualcuno di competente il tuo soggetto.

Ovviamente poi sono necessari tutti gli esami che vanno ben oltre le proiezioni delle anche e gomiti.

Bisogna selezionare i soggetti giusti e chiedersi cosa potrebbe produrre quell’accoppiamento.

Possiamo confrontarci se ti va, ripetendo che non sono allevatrice ma che per ora è solo un sogno nel cassetto.

Marika


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Offline Signo11

  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 837
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #3 il: 21 Aprile 2021, 17:30:10 »
Volentieri: f.signo95@hotmail.it

Offline Tiziana

  • Allevamento GoldenMania
  • Administrator
  • *****
  • Post: 8.738
    • Allevamento GoldenMania
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #4 il: 25 Aprile 2021, 18:41:17 »
Arrivo, tardi ma arrivo....


In primis la domanda da farsi è: perchè voglio allevare???
E poi....conosco bene la razza che vorrei allevare, sono consapevole che allevare vuol dire STUDIARE un sacco, conoscere linee di sangue, valutare gli accoppiamenti, essere pronti a gestire un parto e poi una cucciolata....e AVERE TEMPO A DISPOSIZIONE....


Una cucciolata richiede tantissimo, dagli spazi, una cassa parto, la lampada riscaldante, vet bed e poi substrato adatto a cuccioli che sporcano in quantità industriale, conoscere cosa vuol dire allattamento con latti artificiali, svezzamento, biberon e poi pappe....
E TEMPO....TANTISSIMO TEMPO, i cani, e i cuccioli, richiedono tempo, una cucciolata va seguita 24/24 7 giorni su 7, perchè gli inconvenienti sono dietro l'angolo....


E questo è solo la parte pratica....


Poi per essere un allevamento "in regola" ci sono gli spazi e le relative leggi del posto dove vivi....
Non devi essere vicino ad abitazioni private, devi avere box, fosse biologiche, sgambamenti....insomma prima devi informarti presso il tuo comune se il posto dove vivi è adatto ed ha le caratteristiche per poter impiantare un allevamento, poi chiedere quali sono i permessi da richiedere in relazione sempre alla zona....






Poi, c'è anche chi alleva in un appartamento....ma....questo è un capitolo a parte.....

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 9.103
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO !"
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #5 il: 26 Aprile 2021, 19:59:01 »
Quoto Tiziana. Aggiungo solo che la distinzione principale e discriminante che implica l’adempimento a tutte le spettanze ( iscrizione camera commercio, status di imprenditore agricolo, obblighi fiscali annessi, ecc) è il numero di fattrici e cuccioli selezionati ogni anno. Per essere definito imprenditore agricolo bisogna aver almeno 5 fattrici e almeno 30 cuccioli l’anno . Non di meno sono da valutarsi gli altri redditi del soggetto: se hai tutte le caratteristiche ( Almeno 5 fattrici  che producono almeno 30 cuccioli annui) ma percepisci altri redditi da attività NON AGRICOLE che sono prevalenti rispetto all’attività di allevamento, non sei imprenditore agricolo. Se invece tali redditi non sono prevalenti, allora lo sei.
Quindi ciò spiega perché esistono decine se non centinaia di allevamenti famigliari. Che hanno solo due o tre fattrici, le quali non arrivano a 30 cuccioli annui. Ecco spiegate le ragioni di perché alcuni piccoli allevamenti famigliari fanno una o due cucciolate l’anno.
Ho scritto a memoria ma credo di non aver sbagliato : mi ero informato anni addietro ( progetto con un amica non andato poi a buon fine) e la situazione stava così messa.

Offline M.Rosa&Renny

  • You're wings were ready, my heart was not..
  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 9.103
  • "Poggia la tua zampa sulla mia mano; io TI VEDO !"
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #6 il: 26 Aprile 2021, 20:17:36 »
Aggiungo e poi mi taccio.
È implicito che anche chi decida di allevare a livello famigliare , e lo voglia fare coi sacri crismi, debba mettere in conto tutte le condizioni e situazioni ben spiegate dalla Tizi. Quindi studio, applicazione, disposizione di spazi adeguati e di tempo . Tanto. Soldi , perché se ne spendono a vagonate. E poi magari , anzi sicuro, i guadagni di un  allevamento famigliare manco bastano a coprire i costi. Lo si fa per passione, solo per quella. 
Se per assurdo un soggetto è già impresa agricola. Dispone di spazi che può attrezzare o riqualificare, in zone rurali. Ha un nucleo famigliare tale che gli consenta di coniugare l’attività agricola principale con l’allevamento ( indi figli o parenti che aiutino o chi tra loro sia disposto a mettersi in gioco studiando, imparando, costruendosi pian piano)... in questo caso POTREBBE  esser economicamente più conveniente aver almeno 5 fattrici e far almeno 30 cuccioli annui. Però uso il condizionale , perché il discorso pertinenze con annessi e connessi e l’ambito fiscale sono per ciascuna realtà differenti.
Altrimenti vedo più fattibile un allevamento amatoriale fatto in maniera seria e motivata.
Ma... ripeto... tempo e soldi non basteranno mai. Lo si fa per passione.
Conosco parecchie realtà simili, parlo solo di chi applica competenze estreme e studia sempre.
Tutti quelli che conosco io hanno però il sedere parato, nel senso che un coniuge o la famiglia han redditi elevati , in grado di aiutare ( prima) e sopperire ( spesso poi) nelle spese elevate che allevare con criterio comporta

Offline Signo11

  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 837
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #7 il: 27 Aprile 2021, 20:13:02 »
Inizialmente avrei pensato ad un allevamento amatoriale (quindi massimo 30 cuccioli l'anno), poi semmai più avanti pensare anche a quello più serio.
Il problema è che dovrei comprare anche il prato dove poi fare la casa e l'allevamento quindi dovrei essere per lo meno quasi sicuro che i soldi mi ritornino indietro.. più che altro è che non credo che tutti i vari allevamenti siano partiti da prati e spazi giganteschi, ma che ci siano arrivati dopo alcune cucciolate
Per il tempo ce l'avrei, l'unica cosa è documentarsi e studiare che non saprei proprio dove trovare queste cose
« Ultima modifica: 27 Aprile 2021, 22:03:58 da Signo11 »

Offline Sunshine

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 31
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #8 il: 27 Aprile 2021, 23:21:37 »
Inizialmente avrei pensato ad un allevamento amatoriale (quindi massimo 30 cuccioli l'anno), poi semmai più avanti pensare anche a quello più serio.
Il problema è che dovrei comprare anche il prato dove poi fare la casa e l'allevamento quindi dovrei essere per lo meno quasi sicuro che i soldi mi ritornino indietro.. più che altro è che non credo che tutti i vari allevamenti siano partiti da prati e spazi giganteschi, ma che ci siano arrivati dopo alcune cucciolate
Per il tempo ce l'avrei, l'unica cosa è documentarsi e studiare che non saprei proprio dove trovare queste cose
Oddio... non so... allevare con la speranza che ci sia un rientro assicurato per me è un po’ come organizzare un matrimonio sfarzoso contando di ripagarlo con i soldi delle buste dei parenti
Comunque sia per documentarsi e studiare grazie a Dio al giorno d’oggi ci sono un sacco di corsi e di testi che si possono consultare.
Sicuramente un corso da educatore cinofilo io te lo consiglierei sopratutto per capire come gestire correttamente le cucciolate nei primi periodi sensibili.
Libri di genetica anche base ne trovi anche su Amazon.
E poi si l’ideale sarebbe avere la spalla di un allevatore che ti supporta, ma quella credo sia più difficile da trovare.
Non so quante femmine tu abbia.
Io sicuramente sarei nettamente al di sotto dei 30 cuccioli.
Ho una femmina di 2 anni e nell ipotesi che l’anno prossimo mi faccia una cucciolata ( attualmente solo una ipotesi) poi non so quando gliene farei fare un’altra.
Si forse una ai 4 e poi fine.
Quindi si il mio ideale di allevamento è molto distante dalla rendita a livello economico.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Offline morgana

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 317
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #9 il: 28 Aprile 2021, 16:18:05 »
Ciao, sei molto giovane e ti dico il mio pensiero, supportato anche dalla conoscenza di qualche allevatore..... non pensare di farci grossi guadagni con un allevamento amatoriale.... il piu’ delle volte vieni ripagato delle spese e poco piu’, mantenere 6-7/10 cani costa tempo (mai piu un giorno di vacanza), impegno, farica e soldi per il mantenimento dei cani e cure mediche, esami diagnostici etc. Se poi hai intenzione di far partecipare i cani alle Expo allora sono altre spese, di preparazione, di handler, i costi della fiera, albergo eccetera eccetera......

Solitamente chi ha l’allevamento - come ti ha detto gia’ qualcuno - ha un’altra fonte di reddito che serve a “campare” perche’ quello che entra dalla vendita delle cucciolate serve per pagare tutti i costi. Se tu parti poi che devi pure comprare casa col terreno...... ne hai da tirare fuori di soldi..... poi non voglio farti i conti in tasca, se i soldi non sono un problema direi che puoi partire anche subito, ma se pensi di ammortizzare l’acquisto della struttura con la vendita delle cucciolate... campa cavallo.....

Io non accantonerei questo tuo bellissimo progetto, ma lo affiancherei piano piano ad un lavoro consolidato che ti consenta di comprarti casa col terreno, iniziare piano piano a coltivare questa tua passione con una formazione specifica nel tempo libero tramite corsi di cinofilia. Nel frattempo metti a punto la struttura, prepari l’ambiente dove vivranno i tuoi futuri riproduttori ed inizi... prima con due, che poi diventeranno tre, quattro - considera che per diversificare e non stringere troppo con la consanguineita’ dovrai mettere in conto di acquistare stalloni e fattrici, ma questo lo vedrai in un secondo momento.... Quando i risultati e le entrate saranno soddisfacenti potrai anche permetterti di farlo “come lavoro principale” ma partire a gamba tesa solo con quello DA ZERO mi sembra parecchio arrischiato.....

io poi dico la mia e sono sempre prudente.... avevo un’attivita’ commerciale iniziata in piccolo con i miei pochi risparmi, e all’apice dopo alcuni anni avevamo dipendenti e fatturati.... ma ci sono arrivata senza arricchire le banche e far debiti a destra e a manca, piano piano. Pensaci....
“il futuro non e’ fissato, il destino e’ quello che ci creiamo noi”. John Connor

Offline Luna14

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 278
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #10 il: 28 Aprile 2021, 16:38:44 »
Secondo me,  anche se non so se è una cosa fattibile,  potresti provare a vedere se trovi un allevatore serio che ti da modo di lavorare con lui un paio di mesi,  tipo uno stage,  così ti rendi conto dell'entità dell'impegno che richiede un'attività del genere.  Poi se vedi che ti piace veramente,  puoi pensare con il tempo,  di dedicarti a questa attività.

Offline kaffa

  • Allevamento GoldenMania
  • Administrator
  • *****
  • Post: 4.724
  • "Un uomo di mare diverso da un mare di uomini..."
    • Allevamento GoldenMania
Re:Domanda apertura allevamento
« Risposta #11 il: 30 Aprile 2021, 12:32:13 »
Per esperienza diretta...
Se inizi a fare il "cagnaro"...  forse, e dico forse, riuscirai ad averne un ritorno.
Se decidi di "allevare" con un occhio di riguardo alla selezione e al benessere animale... Buona fortuna...

"Loro" mangiano 365 giorni all'anno, e di conseguenza "cagano" 365 giorni all'anno...
Per cui o lavori 365 giorni all'anno, senza staccare mai, o dovrai avere qualcuno di fidato (o in famiglia o pagandolo) che possa sopperire ai giorni in cui non ci sei...
E quando sei assente cercare di riuscire a "stare sereno" sperando che chi Ti sostituisce sappia quel che si fa...

Preparati ad arricchire uno stuolo di veterinari, che diventeranno le persone che frequenti più spesso...
E preparati ad avere un cospicuo "fondo imprevisti"...
Purtroppo più aumenta il numero di soggetti, e più questi canno avanti con l'età, più gli imprevisti aumentano... e NON ESISTE LA MUTUA...
I primi anni non guadagni perché i soggetti sono giovani, poi potrai pensare a fare qualche cucciolata... per quei 4/5 anni in cui il soggetto è "economicamente produttivo" (sempre che tutto vada bene), ma poi metti in contro che diventerà un "tenero" pensionato bisognoso di cure ed affetti...

Il tutto senza parlare di tutto quello che concerne fare cucciolate, crescerle sane, svezzarle, tovare loro dei compagni adatti etc etc etc...

Personalmente non conosco Allevatori che si siano fatti i soldi allevando, al contrario ne conosco molti che faticano a tirare avanti...
E quel che è peggio, è che se inizi, poi il problema è "riuscire ad uscirne"...
Se le cose non vanno bene, non basta "chiudere"...
In breve ti ritrovi con un Tot di soggetti che non sono più produttivi, ma che continuano ad aver bisogno di cibo, attenzioni e cure veterinarie...

Allevare (bene) è PASSIONE (costosa)...  E servono soldi (tanti), tempo (che non basta mai), pazienza e sacrifici...

Viceversa, fare i commercianti di cani (i cagnari) è molto più semplice...
Prendi dei soggetti, li sfrutti fino a che ci riesci e poi te ne disfi...  e se ci sono dei problemi ti giri dall'altra parte...
Come si fa con le attrezzature d'officina, come si fa con le "cose"...
Ma poi non mi si venga a dire che lo si fa per "passione", o per "amore" dei cani o della razza...
E serve anche un bel po' di "pelo sullo stomaco"... convivere con un etica che personalmente non riesco ne a condividere ne a giustificare.

Concludendo...
Se sei già in una location adatta, in una zona adatta, con strutture adattabili, con un lavoro compatibile e una "forza  lavoro" in grado di far fronte alle esigenze di allevamento, allora è una opzione percorribile, sapendo che si imbocca una strada che potrebbe non avere uscite, o perlomeno pesanti impegni, per un bel po' di anni a venire...

Se invece devi creare il tutto, sappi che "economicamente" non ne vale la pena, e rischi di investire denaro solo per creare la "tua prigione" per gli anni a venire.
Ed in quel caso solo una forte, fortissima passione e il conseguente sacrificio di rinunciare a molte, moltissime cose che ora dai per scontate, potranno aiutarti a proseguire.
Kaffa
"Meticolosamente addestrato l'uomo può diventare il miglior amico del cane."

"Nessuno è obbligato a chiedermi un consiglio e poi a seguirlo.
MA... se mi chiedi un consiglio e poi fai esattamente l'opposto, vuol dire che mi ritieni un idiota.
E io, con chi mi ritiene un idiota, preferirei non avere nulla a che fare.

Allevamento GoldenMania

http://www.golden-data.it
http://www.infocrocche.it

https://www.instagram.com/allevamento_goldenmania/

No tempo? No Cane!!!