Autore Topic: Alcune perplessità: dominanza?  (Letto 515 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline saretta08

  • Neo iscritto
  • *
  • Post: 3
Alcune perplessità: dominanza?
« il: 26 Agosto 2022, 11:45:34 »
Buongiorno a tutti, Spero di aver postato Il topic nella giusta sezione, in caso non sia così perdonatemi ma è la prima volta che scrivo su questo forum 😅

Come da titolo il post sarà piuttosto lungo...

Innanzitutto parto con l'inquadrare la faccenda: Noah,  il mio cane, pare essere un incrocio golden (?) con non si sa chi. L'ho preso in canile circa 4 mesi fa, ha quasi 2 anni e all'inizio non ci ha dato alcun problema.

Essendo ben conscia di non avere mai avuto esperienze con altri cani prima, ho deciso subito dopo il primo mese di convivenza di andare da una educatrice per farmi dare qualche consiglio sulla sua corretta gestione, in particolare spinta dalla tendenza di Noah a giocare con noi usando  talvolta i denti (non ha mai stretto ma la cosa non mi piaceva e preferivo prevenire eventuali problemi).
Purtroppo tempo 3 lezioni e l'educatrice si è infortunata, lasciandoci in sospeso fino a settembre.

Nel corso del periodo estivo abbiamo avuto modo di approfondire la nostra conoscenza di Noah e qui sono iniziate le prime ansie, magari irragionevoli ma è su questo che mi piacerebbe avere il vostro punto di vista.
Innanzitutto abbiamo scoperto che tendenzialmente sopporta i suoi simili, in particolare maschi, in modo altalentante: con alcuni, pochi in verità, si relaziona in modo abbastanza corretto, con la maggior parte di quelli che incontriamo se va bene  si mostra guardingo se stiamo a distanza, sennò tende ad assumere un atteggiamento dominante (coda alta e spalancata, testa dritta e talvolta appoggia il muso sul dorso del malcapitato) e provocatoria.
Gli altri cani in ogni caso dal canto loro gli abbaiano sempre dietro e tirano per andargli contro
Questo comporta per lui l'impossibilità di accedere al parco per cani quando ci sono altri esemplari all'interno (non voglio rischiare) e l'essere attenti a tenerlo sotto controllo nel caso in cui incrociamo altri cani in passeggiata.

Nel rapporto con gli umani in generale non ci sono problemi, si fa accarezzare da tutti, Sebbene non nutra una grande passione per i ragazzini.
Inoltre devo dire che non abbaia praticamente mai.

A tutto questo quadro di aggiungono 2 fatti, che mi fanno temere per così dire di avere un cane con una personalità tendenzialmente dominante: è fissato con il marcare una pianta che abbiamo in casa (sarà alta 80 cm, penserà sia una siepe) e il fatto che due o tre volte quando credeva che fossi distante è saltato sul divano e sul letto.
Stamattina l'ho beccato in flagrante e gli ho tirato un urlo che lo ha fatto scappare a gambe levate, oltre che averlo poi ignorato tutta la mattina, le altre volte ho visto solo i risultati della salita invece 😩

Quello che vi chiedo è: avete avuto esperienze simili? Avete consigli nell'attesa del ripristino delle lezioni con l'educatrice? Sono solo mie pare mentali o qualcosa sotto sotto c'è?

(VI lascio una foto così vedete il furfante di cui stiamo parlando 🙂)




Offline LaMaria

  • Life with Maebh
  • Utente Smeraldo
  • ********
  • Post: 13.766
    • Il mio profilo Linktree
Re:Alcune perplessità: dominanza?
« Risposta #1 il: 29 Settembre 2022, 20:40:33 »
Saretta, scusa, nessuno ti ha risposto, ma mi vien da sorridere… se un cane marca è “dominante”? Se salta sul letto è “dominante”?
Ma scusa, è con te da 4 mesi (ora di più, e spero che abbiate rivisto l’educatrice), deve prendere le misure della relazione con te e hai paura che diventi “dominante”?
C’è un librino interessante…
https://haqihana.com/it/libri/67-dominanza-realta-o-mito.html

Offline saretta08

  • Neo iscritto
  • *
  • Post: 3
Re:Alcune perplessità: dominanza?
« Risposta #2 il: 12 Ottobre 2022, 18:43:35 »
Ciao! Ho visto solo ora la risposta, sorry 🙂
In questo periodo purtroppo non abbiamo ancora iniziato di nuovo le lezioni, speriamo nelle prossime settimane 😕
Grazie per il libretto, darò un occhio e sto leggendone anche altri che consigliavano qui 😄
La belva sembra essersi smollata con i suoi simili, maschi sempre da attenzionare ma nulla di strano a quanto ho letto
Fa un po' il bullo con mia madre ma lì ha sbagliato lei a dare troppa corda, cercheremo di sistemare 😅
Ci resta da lavorare sul guinzaglio per ora, lì servirà taaaanta pazienza 😀

Offline Bruno_e_Aaron

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 180
Re:Alcune perplessità: dominanza?
« Risposta #3 il: 07 Novembre 2022, 05:02:57 »
Ciao Saretta, credo che hai bisogno davvero di un corso base con un educatore cinofilo, perchè da qual che scrivi sembra che stai confondendo e mal interpretando i segnali di comunicazioni di base.

Un maschio intero ha normalmente gli atteggiamenti che descrivi e non per questo è dominante ma fa semplicemente il "bullo" come la maggior parte dei maschi.

Un cane anche se ben socializzato da cucciolo per definizione non ama esser "accarezzato" dagli estranei soprattutto se questi non sanno ben interfacciarsi con lui (abbassarsi di fianco, non fissarlo negli occhi, NON ACCAREZZARE LA TESTA, farsi odorare, aspettare che sia il cane ad avvicinarsi etc etc...)

Un cane tende e tenderà sempre a sdraiarsi in posti comodi (divano, letto, poltrona) soprattutto se hanno il tuo odore.

Un cane nella  crescita e soprattutto da un anno in su, tenderà sempre per un istinto naturale a tentare la scalata gerarchica in famiglia, perchè così è scritto nel loro istinto ( crescere, diventare forti, sfidare e prendere il posto del capobranco). Ovvero cercherà a volte di mettere in discussione la tua "autorità" stanco di obbedire e proverà a dettare lui le regole . E' qui che ci vuole polso fermo quando serve.

Un cane per gioco non ha le mani come noi e l'unico "strumento" di interazione fisica nel gioco è il muso e quindi la bocca. Se alcune volte quando è molto eccitato e carico di adrenalina prova a giocare con voi umani con la bocca MA SENZA STRINGERE AFFATTO, è del tutto normale. Se la madre da cucciolo ha fatto un buon lavoro, dovrebbe avere già imparato a dosare il morso. E' ovvio che non deve esagerare con questo tipo di gioco fisico con gli umani, mentre vedrai che è abbastanza comune tra cani che giocano (si mordono ma senza farsi male!).

Il cane per matura MARCA, è un segnale naturale e non vuol dire dominanza! Si marca per tanti motivi: lasciare una specie di firma agli altri cani che passano, farsi riconoscere a livello ormonale e di ferormoni, marcare il territorio, sovrastare altri odori di altre urine.... Bisogna solo educarlo a non marcare in casa e non sulla tua pianta ornamentale (lavoro di apprendimento che si svolge da cucciolo, ma nel tuo caso sarà l'istruttore cinofilo a spiegarti come fare)

Se fa il bullo con tua madre, bisogna fondamentalmente capire come si interfaccia tua madre con lui e che segnali gli manda involontariamente (di tipo non verbale ma posturale o rituale).

Se il cane ti tira al guinzaglio, non serve pazienza, ma serve capire il PERCHE' tira, quando tira e soprattutto cosa fai tu quando lui tira...

Il cane ha un linguaggio ben preciso e non è vocale (tipo l'abbaio) o i soliti gesti comuni spesso mal interpretati (tipo : cane che scondinzola vuol dire sempre essere felice e fare le feste, oppure ringhiare vuol dire sempre "sto per attaccare": non è sempre così!!!). Bisogna imparare a capire bene con la l'esperienza, l'osservazione, al campo o tramite la lettura di alcuni testi, i vari atteggiamenti del cane come vanno interpretati (vedi i richiami al gioco, i segnali calmanti, le posture...).

Per il momento meglio che eviti le aree cani che in genere sono proprio una pessima scuola di educazione e imparano il peggio! Organizza meglio uscite con amici che hanno cani equilibrati e maturi.

E ricordati di non umanizzarlo troppo, perchè questo è un errore frequente e si tende a voler dare significati complessi, umani, di fantasia e spesso errati, a eventi molto più semplici di quel che sono!

Non serve una laurea ne studi approfonditi, ma essendo il tuo primo cane ti conviene seguire le lezioni al campo che almeno ti daranno le basi per gestirlo al meglio e vivere con lui un rapporto sereno e simbiotico. Vedrai che come la neomamma impara subito a comprendere il neonato senza alcuna scuola, anche tu imparerai con il tempo a comprenderlo sempre meglio.

L'unico consiglio che ti posso dare, visto che non è un cucciolo ma già un adulto, è quello di correggere il più presto possibile eventuali atteggiamenti e comportamenti errati con l'aiuto dell' istruttore (spero ben qualificato!!), perchè più passa tempo e più dovrai lavorare per avere un risultato e modificare i suoi schemi mentali e le sue abitudini...
 

 


Privacy Policy - Cookie Policy