Autore Topic: Osteocondrite in cucciolo  (Letto 797 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline DesMoines

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 36
Osteocondrite in cucciolo
« il: 09 Luglio 2022, 19:13:11 »
Buongiorno a tutti,
vi riporto la nostra storia, del tutto recente, nella speranza che qualcuno possa darci un consiglio.
Il nostro cucciolo maschio di 7 mesi è sempre stato bene sino a 10 giorni fa.
Appena arrivati in vacanza (intendo proprio un'oretta dopo l'arrivo!) dopo un viaggio in auto di 4 ore, il cucciolo ha iniziato a zoppicare sulla anteriore sinistra. Panico!
La mattina successiva abbiamo portato il peloso dal veterinario. Fortunatamente abbiamo trovato un dottore disponibile e attento, che ha rilevato un problema alla spalla sinistra, inteso come dolore alla mobilizzazione passiva. Considerato il recente viaggio, ci ha suggerito di osservare il giovane per un paio di giorni, per poi valutare cosa fare, considerando che eravamo piuttosto lontani dalla nostra residenza e che sarebbe tuttalpiù stato prescritto un trattamento antiinfiammatorio.
Specifico che - ahimè - non avevamo ancora fatto le lastre preventive, e che il cucciolo era in supplemento di condroprotettore da quando è arrivato, a due mesi e mezzo.
Dopo due giorni il peloso continuava a zoppicare, anche se in modo discontinuo, ed era comunque vivace. Ricontattato il dottore, ci ha prescritto un antiinfiammatorio (Onsior). nel frattempo abbiamo prenotato lastre e visita ortopedica nei nostri paraggi, anticipando il rientro di un giorno. Infatti, il sospetto prevalente era che ci fosse una osteocondrite sottostante.
La sera del giorno in cui abbiamo acquistato il farmaco, il cucciolo ha smesso di zoppicare in modo evidente. Abbiamo comunque dato l'antiinfiammatorio e il cucciolo l'ha tollerato bene, senza più zoppicare. Il farmaco è stato assunto per cinque giorni, sino al giorno della visita dopo il rientro (nella mattina della visita non ha assunto il farmaco).
La visita ha confermato il dolore alla spalla sinistra, anche se meno evidente rispetto alla visita precedente (lo posso obiettivare io, presente a entrambe). Le lastre hanno evidenziato delle buone anche e degli ottimi gomiti, ma una piccola area di osteocondrite... alla spalla destra. Cioè, dal lato opposto alla zoppia (comunque tuttora assente dopo tre giorni in cui il cane non prende più antiinfiammatorio).
L'ipotesi - verosimile - è che il dolore a sinistra derivi dall'eccesso di carico su quel lato. Questo è abbastanza evidente quando il cucciolo sta seduto: la anteriore destra è appoggiata, la sinistra è carica. La camminata e il piccolo trotto sono normali. Adesso cammina solo al guinzaglio, evitando qualsiasi attività più impegnativa da un punto di vista fisico.
Dopo essersi preso un paio di giorni per consultare un ortopedico artroscopista, oggi il dottore che ha eseguito l'ultima visita e le lastre ci ha comunicato l'indicazione a una artroscopia sulla spalla destra.
Tengo a precisare che l'ultima visita è stata eseguita nella clinica veterinaria in cui lavora anche la allevatrice. Quest'ultima all'inizio è stata un poco "aggressiva", credo più per difesa, velatamente accusandoci di aver sottoposto il cucciolo a sforzi eccessivi. Poi, a fronte delle nostre rassicurazioni, si è un poco ridimensionata; e dava abbastanza per scontato il ricorso alla artroscopia.
Probabilmente ha avuto qualche trauma giocando con altri cani, anche se non in modo apparente (devo dire che il ragazzo ha una straordinaria capacità di sopportare il dolore: non si lamenta mai!). Sicuramente è cresciuto molto rapidamente: ora pesa 28,5 kg (l'abbiamo anche "messo a dieta" da quando il problema è esordito).
Noi ovviamente siamo in confusione. Da quel che abbiamo letto - mia moglie e io siamo medici, non veterinari - l'intervento dovrebbe essere ben tollerato e soprattutto risolutivo. Tuttavia, la presentazione del problema mi pare un po' strana: possibile che non abbia dolore - nemmeno evocato - alla spalla destra? Poi... è possibile che con questa maldistribuzione compaia un analogo problema anche a sinistra (dove la radiografia non mostra alcun problema)?.
Siamo propensi a risolvere il problema per consentire al nostro cucciolo di crescere senza problemi. Gradiremmo un conforto, ed eventuali suggerimenti se ne avete.
Vi ringrazio sin da ora.
 

Offline Bruno_e_Aaron

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 157
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #1 il: 13 Luglio 2022, 05:48:29 »
Ciao,
ti rispondo in quanto ho avuto un caso simile con il mio da cucciolo.
Premesso che non ha mai avuto alcun sintomo, zoppia o altro, abbiamo effettuato le famose lastre preventive a 5 mesi, tutti concentrati sulla famosa DISPLASIA DELL' ANCA ! (Anche io nel settore medico ma non veterinario ne ortopedico, ma ho avuto modo di studiare e comprendere...)

Nel caso del mio Aaron era un normale controllo preventivo in quanto non ha mai avuto alcun sintomo, mai una zoppia, sempre con il massimo delle attenzioni nel gioco del cucciolo, attenzione costante nell'area cani durante la socializzazione e nelle puppy class evitando corse sfrenate o monte o cadute, niente scale, niente salti dal divano, nessun percorso di montagna scosceso, sempre vit.C e condroprotettori sin dai primi giorni, crescita lineare del peso, normale apporto proteico in crocchette di alta qualità (seguito da nutrizionista!)

Decidiamo quindi una visita da uno dei migliori ortopedici di Roma e concordiamo le famose lastre preventive dalle quali risulta una OCD della spalla.

Totalmente asintomatica, ha manipolato a lungo il cucciolo senza alcun dolore, test del cassetto, allungamenti, rotazioni, stiramenti e nessun sintomo nel cucciolo. Ma dalle proiezioni radiografiche si vedeva chiaramente una lesione di osteocondrite e un probabile flap cartilagineo semicalcificato ma non dissecato.

Volutamente senza portare il referto chiediamo un secondo referto ad un altro ortopedico anche questo molto qualificato che conferma l'osteocondrite della spalla.

Ora entrambi ci hanno descritto la stessa situazione:
Se sei "fortunato" POTREBBE restare a lungo asintomatica e riassorbirsi durante la crescita, ma (evento più probabile!) potrebbe staccarsi-dissecarsi il flap cartilagineo e vagando nella capsula articolare, creare forte dolore e creare danni a tutta l'articolazione.
In base alla età e al progredire della situazione sarebbe stato poi necessario proprio un intervento e APRIRE. Se invece si interveniva subito si poteva risolvere in artroscopia con 3 semplici buchi e facile gestione del post intervento.

Di rischiare non ci pensavamo proprio e in più utilizzando l'assicurazione che avevamo è bastato dichiarare che il cucciolo mentre correva è caduto in una buca e ha cominciato a zoppicare vistosamente  ;)

Quindi programmato l'intervento quasi subito, abbiamo pianificato il meglio del meglio che si poteva fare.
Intervento in clinica da uno dei migliori ortopedici, richiesta presenza di anestesista durante tutto l'intervento, analisi del sangue, monitoraggio cardiaco e respiratorio durante tutto l'intervento, mantenimento dell' anestesia gassosa (più sicura per il cucciolo!), degenza post intervento di 1 giorno in clinica sotto osservazione.

Inoltre sempre in artroscopia è stata pulita e "curettata" la zona dove si era formato il flap di cartilagine ed è stato iniettato in situ il PRP autologo (concentrato piastrinico estratto da un piccolo prelievo di sangue del mio stesso cucciolo) che stimola fortemente la rigenerazione dei tessuti.

Il costo del tutto.... lasciamo stare! Per fortuna l'assicurazione ha coperto tutto (escluso una minima franchigia).

L'intervento è andato benissimo (abbiamo anche il video su DVD e il flap estratto era anche abbastanza grande) e la gestione del post intervento è stata molto rapida e semplice. Aaron ha camminato subito dopo 24 ore, una piccola benda sui 3 buchi da disinfettare tutti i giorni con Betadine, un pò di antibiotico e brevi ma frequenti passeggiate da subito ma sempre al guinzaglio.

In casa e nei giochi andava limitato il più possibile i primi giorni (e non è facile su un cucciolo di 5 mesi) e mantenuto tranquillo utilizzando giochi di ricerca olfattiva e di problem solving mentale piuttosto che farlo correre dietro una pallina o nel tiro alla fune.

Dopo 7 giorni tolti i punti ha ricominciato a giocare e correre tranquillamente e continuare il suo percorso di socializzazione (indispensabile a quella età!!!).
Con delle semplici infiltrazioni direttamente nella spalla ha eseguito altre 3 infiltrazioni di PRP dopo 7 15 e 30 giorni.

Quindi tanto nuoto (che ancora oggi a 3 anni di distanza continua!), d'inverno in piscina coperta e riscaldata e primavera ed estate tra mare e laghi: da 1 a 2 volte a settimana. Non solo per mantenere sane le articolazioni con sport a basso impatto articolare, ma soprattutto perchè gli piace e ci piace stare in acqua con lui (dal salvataggio all'agility in acqua alla DockDogs alle semplici attività ludiche! Ne consegue una ottima massa muscolare (che come sappiamo giocano un ruolo fondamentale anche sulle articolazioni). Il nuoto in questi casi fa davvero miracoli meglio di qualsiasi fisioterapia!!!

Risultato? Alle lastre di controllo dopo 6 mesi l'articolazione della spalla era PERFETTA, la cartilagine perfettamente risanata.

Ora ha 3 anni e mai avuto problemi con quella spalla che viene considerata SANA a tutti gli effetti in quanto il tessuto in fase di crescita si è riformato e creato un callo osseo perfetto.

Questo per dirti che se presa in tempo la OCD si può risolvere nel migliore dei modi MA DEVONO METTERCI MANI VETERINARI ORTOPEDICI QUALIFICATI!!!!!!!

Attenzione ai veterinari generici e chi offre interventi a "prezzi stracciati"!!! Troppe ne ho sentite in questi anni, di veterinari con lo studiolo "sotto-casa" che hanno fatto danni!
Serve sia una strumentazione seria sia una buona manualità nell' intervento, esperienza e competenza. Purtroppo molti veterinari "generici" fanno dei corsi di 30 ore e si definiscono "ortopedici", ma non è così!
Il vero veterinario ortopedico è specializzato come si deve in quel campo e non passa dalla sterilizzazione del gattino, al blocco intestinale del coniglietto, dal pappagallino alla tartaruga, dalla torsione gastrica del molosso, alla toxoplasmosi del gatto e alla rimozione del forasacco sapendo di tutto "un pò"!!!

Quindi massima attenzione prima di metterlo in mano a qualcuno che pur di "vendere" l'intervento promette sconti, miracoli e risultati certi!

E infine, parla con l'allevatrice, perchè come per la displasia dell' anca, la componente genetica dell' OCD nel cucciolo ha un peso  davvero importante e solo in parte influiscono altri fattori (traumi, sovrappeso, crescita rapida, scale frequenti, salti, scivolate su pavimento bagnato o alimentazione iperproteica etc...). Quindi se la zoppia come hai descritto è comparsa improvvisamente e non in seguito a traumi recenti o incidenti non dovrebbe tirarsi indietro se è una allevatrice seria!

... e visto che ci siete controllate bene i vari pedigree e le varie cucciolate precedenti e incroci vari, e se riuscite contattate anche i proprietari di fratelli e sorelle del vostro cucciolo per suggerire eventuali controlli ai loro pelosi anche se sono asintomatici!!!
Meglio una lastra preventiva oggi che poi dover aprire la spalla da adulto quando ormai la crescita osteoarticolare è già finita e calcificata!

Buona fortuna e spero di esserti stato utile...

Offline Bruno_e_Aaron

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 157
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #2 il: 13 Luglio 2022, 06:00:14 »

La sera del giorno in cui abbiamo acquistato il farmaco, il cucciolo ha smesso di zoppicare in modo evidente. Abbiamo comunque dato l'antiinfiammatorio e il cucciolo l'ha tollerato bene, senza più zoppicare. Il farmaco è stato assunto per cinque giorni, sino al giorno della visita dopo il rientro (nella mattina della visita non ha assunto il farmaco).


Da medico sai meglio di me che hai solo COPERTO il sintomo e la sensazione dolorosa agendo con antidolorifico/antinfiammatorio, ma non hai risolto di certo il problema...
Se posso permettermi il consiglio quindi è di intervenire il prima possibile, non richiedere 300 consulti finchè non trovi il veterinario che ti dirà quello che vuoi sentirti dire...
Già in 2 hanno confermato la diagnosi e indicato l'artroscopia come soluzione risolutiva. Scegli un bravo ortopedico a cui affidarti e non perdete troppo tempo rinviando a "dopo le vacanze a settembre ci pensiamo". Il tuo cucciolo ha già 7 mesi  ;)

Offline DesMoines

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 36
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #3 il: 18 Luglio 2022, 22:25:25 »
Da medico sai meglio di me che hai solo COPERTO il sintomo e la sensazione dolorosa agendo con antidolorifico/antinfiammatorio, ma non hai risolto di certo il problema...
Se posso permettermi il consiglio quindi è di intervenire il prima possibile, non richiedere 300 consulti finchè non trovi il veterinario che ti dirà quello che vuoi sentirti dire...
Già in 2 hanno confermato la diagnosi e indicato l'artroscopia come soluzione risolutiva. Scegli un bravo ortopedico a cui affidarti e non perdete troppo tempo rinviando a "dopo le vacanze a settembre ci pensiamo". Il tuo cucciolo ha già 7 mesi  ;)

Ciao,
ti ringrazio molto per aver riportato la tua esperienza, che - penso - potrà essere utile per tante persone che si troveranno ahimè nella medesima situazione.
La nostra storia è molto simile alla tua: sempre stati molto attenti, salvo qualche corsetta libero - di poche decine di metri - e qualche "zuffa" simpatica con gli amici cuccioli.
Per noi, la zoppia è stata un fulmine a ciel sereno... il fatto che sia capitata appena arrivati in vacanza, poi, ci ha gettato un po' nello sconforto... Il cucciolone non si è potuto divertire come avevamo previsto; noi siamo stati preda delle preoccupazioni, lontano da casa.
La cosa più strana è che la zoppia si è manifestata unicamente all'arto anteriore controlaterale a quello in cui, dopo qualche giorno, è stata riscontrata la OCD. Alla visita dei veterinari, nè prima (la prima visita, in vacanza) nè dopo l'assunzione di 5 compresse di antiinfiammatorio, è mai stato rilevato dolore alla spalla destra. Il dolore è stato rilevato solo alla spalla sinistra, più intenso prima, più sfumato dopo.
Capisco che questo potrebbe essere stato il risultato di un eccessivo carico da quel lato, ma immaginavo che il carico potesse essere spostato sul lato "sano" in virtù della presenza di dolore dal lato "affetto". Così non è... può anche darsi che la zoppia sia stata "situazionale" (il viaggio in auto?) e che ciò ci abbia condotto a rinvenire una OCD che, di fatto, si mantiene asintomatica (il cucciolo non ha più avuto zoppia senza aver preso più antiinfiammatori).
Ora, abbiamo avuto una second opinion da un veterinario ortopedico molto rinomato e sicuramente di grande esperienza; egli non ha visto il cucciolo, ma solo le lastre, e ha confermato la OCD così come l'indicazione alla artroscopia.
A questo punto, procederemo all'intervento mini-invasivo nella clinica in cui ha fatto le lastre, e ove lavora la allevatrice del cucciolo. Molto pulita, nuova, un ambiente che mi pare affidabile. Il cucciolone sarà operato da uno specialista ortopedico-artroscopista esterno, del gruppo di un universitario di Parma. Sarà praticata anestesia gassosa e il cucciolo tornerà a casa il giorno stesso, in assenza di complicanze.
Vi terrò aggiornati!
Grazie ancora.

Offline Bruno_e_Aaron

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 157
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #4 il: 20 Luglio 2022, 15:45:40 »

La cosa più strana è che la zoppia si è manifestata unicamente all'arto anteriore controlaterale a quello in cui, dopo qualche giorno, è stata riscontrata la OCD. Alla visita dei veterinari, nè prima (la prima visita, in vacanza) nè dopo l'assunzione di 5 compresse di antiinfiammatorio, è mai stato rilevato dolore alla spalla destra. Il dolore è stato rilevato solo alla spalla sinistra, più intenso prima, più sfumato dopo.
Capisco che questo potrebbe essere stato il risultato di un eccessivo carico da quel lato, ma immaginavo che il carico potesse essere spostato sul lato "sano" in virtù della presenza di dolore dal lato "affetto". Così non è... può anche darsi che la zoppia sia stata "situazionale" (il viaggio in auto?) e che ciò ci abbia condotto a rinvenire una OCD che, di fatto, si mantiene asintomatica (il cucciolo non ha più avuto zoppia senza aver preso più antiinfiammatori).

Si, ormai avevo studiato di tutto e di più sulle OCD e in quei giorni di ansia abbiamo anche contattato telefonicamente Vezzoni (considerato il guru in materia).
Le OCD nel cucciolo se di natura fortemente genetica più che traumatica e tipiche nelle fase di accrescimento rapido, sono molto spesso bilaterali.
Infatti anche per il mio Aaron dalle lastre risultava un minimo di osteocondrite proprio iniziale anche sull' arto controlaterale (sempre totalmente asintomatico). Infatti le infiltrazioni di PRP sono state inoculate in entrambe le articolazioni visto che da un solo prelievo dalla filtrazione ne escono più dosi)

Il dolore dell' osteocondrite ti confermo che compare in genere in modo improvviso e non graduale.
Quindi o la posizione assunta dal cucciolo durante il viaggio, o un minimo sforzo nel sali e scendi dalla macchina o anche una semplice postura errata, può aver creato un artrito diretto dei condoli e quindi subito dolore e infiammazione e iniziale sollevamento del flap (bastano pochi millimitri).

Ho visto cuccioloni sportivi sanissimi durante una sessione di agility che correvano tranquillamente e all' improvviso completamente bloccati a terra proprio per l' OCD (casi in cui si distacca il flap cartilagineo e vaga libero nell' articolazione) e vistosa zoppia che diminuisce fino a scomparire con riposo e antinfiammatori. Cosa che come già detto non è una risoluzione del problema ma solo un miglioramento temporaneo ma non risolutivo purtroppo.

Essendo un medico scendo un pò nello specifico in quanto puoi seguirmi: Il problema dell' OCD è che a volte si tratta di une piccolissima lesione di vascolarizzazione che genera una degenrazione di un piccolo lembo superficiale cartilagineo. Lo stesso liquido sinoviale si infiltra sotto il lembo durante il movimento e crea un progressivo scollamento e ingrandimento della lesione fino a dissecarsi del tutto (Flap dissecato).
Quindi prima si interviene e si rimuove la parte non vascolarizzata e si esegue un giusto curettage e minore sarà la superficie danneggiata. Considerando poi la plasticità dei condili nei cucciolini, c'è una ottima probabilità che si formi uno strato di callo osseo nella zona danneggiata che porterà alla perfetta integrazione nel tessuto articolare e del tutto risolutivo per tutta la vita.

Ovviamente, più sarà circoscritta la lesione e meno profonda, più alto sarà il tasso di successo; se si intervenie su cane adulto che ha diversi fattori della crescita, ormoni, dipping e angiogenesi, GH, testosterone... più difficile sarà la completa ripresa.

Quindi continuo con il consiglio di intervenire il prima possibile per limitare i danni e vedrai che andrà tutto bene.

Tienici aggiornati

Offline DesMoines

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 36
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #5 il: 25 Luglio 2022, 18:01:40 »
Ciao a tutti, vi do un aggiornamento.
Il nostro cucciolone è stato operato oggi. E' stata eseguita una artroscopia in anestesia generale gassosa associata a blocco tronculare. E' stato rimosso il flap (che non era completamente staccato) ed eseguito il curettage. L'intervento è durato circa un'ora e non ci sono state complicanze nel peri-operatorio.
Il ragazzo è rimasto ancora qualche ora in osservazione, poi siamo andati a prenderlo. Cammina su tre zampe, con grande cautela; ovviamente noi per il momento cerchiamo di prenderlo in braccio per gli spostamenti maggiori. Le ferite, come nei casi di artroscopia, sono due buchini.
Ora il ragazzo riposa a casa, con l'aria condizionata  ;) Da domani antibiotico (oggi eseguito intra-operatorio) e anti-infiammatorio (ci hanno dato un farmaco orale che deve essere assunto una volta a settimana).
Vi terrò aggiornati sulla evoluzione. Grazie per il supporto.

Offline Brina

  • A te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di piu
  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.252
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #6 il: 26 Luglio 2022, 00:38:07 »
Una carezza al cucciolo e auguri di pronta guarigione!
Facci sapere come procede e tante coccole.

Offline Bruno_e_Aaron

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 157
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #7 il: 26 Luglio 2022, 01:07:24 »
OTTIMOOOOO!!!!!
Ora cercate di tenerlo calmo queste prime 24-48 ore senza sforzi e vedrete che in pochissimi giorni camminerà come se nulla fosse con il peso su 4 zampe.

La parte più difficile per noi è stato proprio il "frenarlo" i primi giorni dalla esuberanza del cucciolone pieno di energie che grazie agli antidolorofici non sentiva nulla e voleva strafare!

Poi già dopo i primissimi giorni come consigliato dall' ortopedico tante BREVI passeggiate durante il giorno (alcune anche in casa con il guinzaglio se fa troppo caldo).

E tanti giochi mentali (ricerca olfattiva, nascondino, trucchetti e rompicapo con i premietti nascosti...) per tenerlo attivo ed evitare la noia. Tutti giochi che lo stimolano e stancano mentalmente e non fisicamente (no a pallina e tiro alla fune, no salti da divano, no scale, no salite in auto in autonomia, niente giochi con cani di taglia grossa, no a sentieri o percorsi scoscesi per un mesetto).

Il consiglio che ci è stato dato è comunque di continuare con condroprotettori SERI e non quelli pubblicizzati per uso veterinario: tra i migliori a uso anche umano c'è il Superflex 3 alternato ad ARTIKRILL DOL) e Vitamina C a lento rilascio (quella della Bioeva) per qualche mese. Non fanno miracoli ma sono utili!

...e poi tanto tanto nuoto sia per rinforzo muscolare, sia per mantenere elastica la capsula articolare, sia per consolidare l'articolazione e permettere la formazione del callo osseo senza i traumi dell' attività a terra (che sia mare, fiume, lago o piscina non importa basta che nuota!)

Vedrai che in pochissimo tempo si rimette come nuovo!!!

Tienici aggiornati e tante coccole al cucciolone!


Offline LindAron

  • ...perché sei un essere speciale, ed io avrò cura di te
  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 535
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #8 il: 26 Luglio 2022, 07:48:02 »
Un grandissimo in bocca al lupo al vostro cucciolone e tante tante coccole!

Offline DesMoines

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 36
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #9 il: 30 Luglio 2022, 11:55:57 »
Buongiorno a tutti!
Mi sembra giusto fornire un nuovo aggiornamento. I primi due giorni dopo l'intervento non sono stati facili. Nelle ore successive il ragazzo era abbastanza vivace, perchè era ancora presente l'effetto dell'anestesia plessica. Successivamente, ha iniziato a dare segni di fastidio accentuando la zoppia. In prima giornata abbiamo dato un FANS a "breve" durata d'azione, che gli ha dato beneficio; in seconda, abbiamo somministrato il FANS a lunghissima durata d'azione (settimanale).
La cosa che ci ha preoccupato di più è stata la difficoltà a fare pipì e pupù. Il nostro cucciolo è sempre stato regolare: pipì in giardino e durante le uscite, ultimamente ogni 50 metri (inizia a sviluppare l'istinto della territorialità); e 3-4 evacuazioni (sempre perfette) al giorno.
Beh, dopo l'intervento è rimasto quasi 16 ore senza fare pipì, e quasi 48 ore senza defecare. Al netto del digiuno pre- e post-operatorio, questo ci ha preoccupato molto... ho chiamato in clinica circa 24 ore dopo l'intervento, perchè ho avuto la sensazione che avesse problemi di minzione, dovuti alla anestesia generale. Infatti, alla prima minzione l'urina usciva a gocce e ho dovuto comprimere cautamente l'addome.
Dalla clinica mi hanno tranquillizzato, anche se forse con un po' di "superficialità" (almeno sino a quando non mi sono qualificato come medico, peraltro con specifica competenza in questo ambito  ^-^). Fatto sta che la minzione è andata rapidamente migliorando, e anche l'alvo si sta regolarizzando bene. Alla fine abbiamo anche compreso che non vuole fare i bisogni in giardino, ma solo fuori... è troppo viziato!
Dal punto di vista ortopedico, mi sembra che il miglioramento sia costante. Cammina discretamente bene, con una zoppia lieve... si fa fatica a trattenerlo, però!
Nel frattempo sta ancora prendendo l'antibiotico e ovviamente i condroprotettori (superflex 3 due volte al giorno, come già dall'esordio della zoppia).
Teniamo le dita incrociate!
Grazie a tutti per il supporto

Offline Brina

  • A te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di piu
  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.252
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #10 il: 30 Luglio 2022, 13:28:11 »
Bene, avanti così, e presto sarà solo un ricordo.
Immagino sia difficile trattenerlo, vista l'età, ma magari in questo il caldo vi può aiutare, i miei per esempio non fanno che dormire in casa sotto il condizionatore, a parte la passeggiata mattina presto.
Una mega coccola al cucciolone!!

Offline Annalisa V.

  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 863
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #11 il: 30 Luglio 2022, 19:24:56 »
Ottimo, come ha giá scritto Brina sará presto un ricordo.
Per il caldo purtroppo lo soffrono tanto, ma forse così riuscirai a tenerlo più tranquillo 😊
Tante coccole al cucciolo e e tienici aggiornati

Offline Bruno_e_Aaron

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 157
Re:Osteocondrite in cucciolo
« Risposta #12 il: 01 Agosto 2022, 02:42:43 »
A noi problemi di alvo e minzione nessun problema, anche perchè ricordo che lo hanno trattenuto in clinica proprio fino alle prime minzioni.
Poi i primissimi giorni la pipi la faceva da seduto senza alzare la gamba e noi cercavamo comunque di sorreggere e scaricare il peso che andava sulle anteriori.

... si fa fatica a trattenerlo, però!

Ti avevo detto... :D :D, anche per noi è stato difficile, soprattutto se la sera come per molti cuccioli, aveva i "5 minuti di follia" e voleva correre all' impazzata per scaricare le energie... ;D

Ora attento solo al peso e tienilo sempre in linea e leggero e vedrai che andrà tutto bene!!

Noi a settembre dopo ormai 2 anni e mezzo dall' intervento, faremo un nuovo controllo dall' ortopedico per assicurarci che va tutto bene perchè oltre al salvataggio da qualche mese abbiamo intrapreso anche agility (in acqua!!!) e docks dog sempre in piscina e un controllino a livello sportivo è sempre meglio farlo e capire quanto possiamo "spingere" a giocare in acqua.

 


Privacy Policy - Cookie Policy