Autore Topic: L'adolescenza è arrivata  (Letto 986 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Imperatorexenu

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 41
L'adolescenza è arrivata
« il: 02 Giugno 2022, 22:46:01 »
E quindi l'adolescenza sembra essere arrivata e mi ha travolto come un treno. Questi mesi li ho sempre descritti con due parole "montagne russe", lui è veramente fantastico, io un po' meno, giorni che mi facevano dire "sto facendo un fantastico lavoro", e giorni "non c'è possibilità, non sono proprio capace".

Ad aprire ci sono state due settimane toste per me, con me ci sono stati momenti che sembrava un altro, partiva, faceva i suoi comodi e lentamente ritornava. È l'adolescenza mi dicevo, mi avevano detto che sarebbe stato un periodo particolare ma se avevamo lavorato bene nei mesi prima dopo questo periodo lo avrei ritrovato adulto.

Non ci sono mai state zuffe, ha interagito con cani di tutte le dimensioni ed età.  Si è preso anche le sue belle sgridate, soprattutto dagli adulti.

Gli unici che veramente gli ho fatto evitare erano quelli che non riuscivano a gestire la sua esuberanza di cucciolo. Quelli che cercavano di evitare la sua annusata scappando con la coda bassa tra le gambe, nella maggior parte cani di piccola taglia che venivano presi in braccio all'istante dai padroni.

Adesso in tre giorni due zuffe, la causa del contendere è stato un legnetto la prima e una pallina la seconda. Per la pallina probabilmente la colpa è stata anche mia.

La prima zuffa sul prato dove usciamo di solito, ci stanno anche altri cani senza guinzaglio, si conoscono e non hanno mai avuto problemi tra di loro. Ogni tanto arriva qualcuno di nuovo, si tolgono di mezzo i giochi e si vede come va. Lui è un "rompipalle :-)" deve sempre andare a fare le presentazioni, non ne ha da fare. I due nuovi questa volta sembra non siano interessati, si allontana e va a rosicare un legnetto. E qui ho imparato un'altra lezione, mai perderlo di vista anche se sembra tutto tranquillo, sto sempre sull'attenti ma su quello che potrebbe arrivare o passare vicino, palloni vaganti dei bambini, gatti, cani a passeggio al guinzaglio, controllo anche lui ma non con gli stessi occhi. Uno dei due si avvicina e tenta di prendergli il legnetto, in un attimo lui è sopra e l'altro è sotto immobile. Io sono andato nel pallone e ho dimenticato all'istante tutti i consigli dell'educatrice. Praticamente sono stato immobile non so giudicare per quanto tempo, probabilmente una decina di secondi. A parti invertite forse sarei stato più freddo e li avrei lasciati terminare, però spinto dall'altro proprietario mi sono avvicinato e l'ho spostato di peso. Quello che non ho visto è se Sid ha ringhiato oppure è partito all'istante.

La seconda stamattina al mare, arriva un bassotto e inizia a giocare con il suo compagno con una pallina. Inizia un avanti indietro che dura un po', Sid parte verso la pallina, io lo richiamo o vado a recuperarlo. C'è da dire che va a recuperarla se finisce lontana dall'altro, se il tiro va lungo e l'acqua è troppo alta, il bassotto tentennava e lui ne approfittava. Stanco di questo tira e molla ho l'idea geniale di tornare in macchina a prendere una pallina pensando di distrarlo, forse una passeggiata alla larga sarebbe stata un'idea migliore. Il bassotto vede la nuova pallina e gli si avvicina e lui parte. Nuovamente lui sopra, l'altro sotto, e l'altro signore che mi chiedeva di fare qualcosa.

Tutto questo discorso per sfogarmi perché non so che pensare e cosa farò nei prossimi giorni. Quello che mi preoccupa è che non ho visto il suo avviso, non so se ha dato dei segnali agli altri che io non ho saputo vedere o se è partito senza preavviso.

Mi avevano detto "in adolescenza pochi ma buoni" io ci provo ma non posso scegliere, e almeno il primo mi sembrava rientrasse nei buoni.





Offline dani

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 6.824
  • 💝
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #1 il: 03 Giugno 2022, 10:38:34 »
Ciao Bart ,20 mesi, è molto possessivo con le risorse. Noi non portiamo mai palline se dove andiamo ci possono essere altri cani. Non frequento area cani. Ultimamente sono capitati 2 episodi: il 1 al parco, Bart stava giocando per i fatti suoi con un legnetto si è avvicinato un altro cane e lui è partito ringhiando
 A quel punto un secco Bart no! e si è fermato. Pochi giorni fa stesso posto, Bart rosicchiava una canna e arriva un altro cane per prendergliela, mio figlio era distratto e si sono azzuffati. Mio figlio e la padrona del flat li hanno diviso, messi al guinzaglio, buttato via la canna. Hanno provato a slegarli e come niente fosse hanno continuato a farsi il loro giro senza più zuffe. Per cui conoscendo il mio pollo non lancio mai palline o legni se non sono strasicura che sia solo e se ha un legnetto che si è trovato e arriva un altro cane ci mettiamo davanti gli intimiamo Bart no! ,e togliamo l' oggetto del contendere. Tieni conto che per strada non ringhia mai a nessuno, se gli ringhiano ignora e prosegue. Se la pallina gliela portasse via una femmina gliela lascia tranquillo. Se libero non attacca zuffa con nessuno se non c'è di mezzo qualcosa che ritiene suo
 E allora cerchiamo di prevenire

Offline Brina

  • A te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di piu
  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.343
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #2 il: 03 Giugno 2022, 11:02:27 »
Più che problema adolescenziale direi che è possessivo con le sue cose, come dice Dani.
Io ho lo stesso problema con Emma, quattro anni.
Noi andiamo sempre per boschi e il problema si presenta quando incontro qualcuno con il cane e mi fermo a fare due chiacchere e Emma ogni volta prende o una pigna o un legnetto da sgranocchiare. Se il cane si avvicina lei inizia a fare vedere i denti e poi scatta, non morde ma corre proprio dietro all'altro cane. Quindi devo prevenire, o tenerla al guinzaglio per evitare che cerchi qualcosa da mettere in bocca o darle il no secco quando il cane si avvicina.

Offline Imperatorexenu

  • Utente del Forum
  • **
  • Post: 41
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #3 il: 03 Giugno 2022, 12:07:06 »
Ciao Bart ,20 mesi, è molto possessivo con le risorse. Noi non portiamo mai palline se dove andiamo ci possono essere altri cani......

Nemmeno io le porto ma non per questo non compaiono, eccezione è quando ci sono quelli con cui gioca abitualmente. La pallina è stata una mia ingenuità, pensavo di distrarlo invece avrei dovuto andare a passeggiare, la spiaggia era abbastanza grande. Ma Bart ha lo stesso comportamento con cani che conosce? Se lancio una pallina lui nemmeno si muove se uno dei suoi amichetti parte per primo.

Leggendo altri post sul tema "risse e possessività" ho visto che compare spesso anche la parola "insicurezza". Anche penso che lui sia possessivo (molto), però si è comportato sempre in maniera diversa.
Se ha la palla in bocca e l'altro si avvicina, lui si alza, si gira dall'altra parte e se ne va; se ha la palla a terra vicino scatta a prenderla, si alza e se ne va. Se l'altro è più veloce a prendere la palla è sempre rimasto fermo sul posto e mai ha rincorso l'altro.

Il mio grosso problema è la gestione dell'altro cane e dell'altro padrone quando è lui a stare sopra. Sinceramente queste due volte sono arrivato molto molto impreparato, a parti invertite sarei stato più tranquillo. In tutte e due le occasioni non c'e' stato nessun morso, solo molto rumore.

« Ultima modifica: 03 Giugno 2022, 13:01:19 da Imperatorexenu »

Offline dani

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 6.824
  • 💝
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #4 il: 03 Giugno 2022, 13:03:16 »
Nemmeno io le porto ma non per questo non compaiono, eccezione è quando ci sono quelli con cui gioca abitualmente. La pallina è stata una mia ingenuità, pensavo di distrarlo invece avrei dovuto andare a passeggiare, la spiaggia era abbastanza grande. Ma Bart ha lo stesso comportamento con cani che conosce? Se lancio una pallina lui nemmeno si muove se uno dei suoi amichetti parte per primo.

Anche penso che lui sia possessivo, però si è comportato sempre in maniera diversa.
Se ha la palla in bocca e l'altro si avvicina, lui si alza, si gira dall'altra parte e se ne va; se ha la palla a terra vicino scatta a prenderla, si alza e se ne va. Se l'altro è più veloce a prendere la palla è sempre rimasto fermo. Lui al contrario non l'ho 

Il mio grosso problema è la gestione dell'altro cane e dell'altro padrone quando è lui a stare sopra. Sinceramente queste due volte sono arrivato molto molto impreparato, a parti invertite sarei stato più tranquillo. In tutte e due le occasioni non c'e' stato nessun morso, solo molto rumore.
Bart ringhia anche se si avvicina un cane che conosce e con cui solitamente gioca se sta giocando con un legnetto o se ha trovato una pallina al parco( ci sono i campi da tennis). Comunque anche lui una zuffa con molto rumore fortunatamente niente di che. Il cane in questione è conosciuto da Bart perché frequentiamo lo stesso parco da quando sono cuccioli, e come ti ho detto tolto di mezzo l' oggetto del contendere si sono relazionati senza azzuffarsi più.

Offline gemello73

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 297
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #5 il: 03 Giugno 2022, 14:24:47 »
Beati voi che avete i cani che si azzuffano solo per contendersi qualcosa. Tiago fa 3 anni ad agosto e da quando ha raggiunto l’adolescenza con gli altri maschi è diventato un problema. Quando era più piccolo neo boschi lo mollavo senza tante remore, adesso non mi posso più fidare. È capitato che incontrassimo un’altra persona a spasso nei boschi, quando ho visto che aveva anche lui un Golden maschio ho messo subito il guinzaglio a Tiago, purtroppo l’altro cane ha fatto cadere il padrone e si è avventato sul mio, zanne fuori tutto e due e rissa colossale…… ci ho rimesso sei l’unti alla mano per separarli…..
Ma al di là di questo episodio tendenzialmente Tiago con gli altri cani (maschi), tende a diventare aggressivo. Non abbiamo mai capito il perché, fin da piccolo lo abbiamo fatto socializzare con tutti i tipi di cane, razza e taglia e non ci sono mai stati problemi. Raggiunto l’anno di età è esploso……


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Offline Brina

  • A te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di piu
  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 2.343
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #6 il: 03 Giugno 2022, 16:15:23 »
Beati voi che avete i cani che si azzuffano solo per contendersi qualcosa. Tiago fa 3 anni ad agosto e da quando ha raggiunto l’adolescenza con gli altri maschi è diventato un problema. Quando era più piccolo neo boschi lo mollavo senza tante remore, adesso non mi posso più fidare. È capitato che incontrassimo un’altra persona a spasso nei boschi, quando ho visto che aveva anche lui un Golden maschio ho messo subito il guinzaglio a Tiago, purtroppo l’altro cane ha fatto cadere il padrone e si è avventato sul mio, zanne fuori tutto e due e rissa colossale…… ci ho rimesso sei l’unti alla mano per separarli…..
Ma al di là di questo episodio tendenzialmente Tiago con gli altri cani (maschi), tende a diventare aggressivo. Non abbiamo mai capito il perché, fin da piccolo lo abbiamo fatto socializzare con tutti i tipi di cane, razza e taglia e non ci sono mai stati problemi. Raggiunto l’anno di età è esploso……


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Secondo il mio modesto parere, dipende dal carattere di ogni singolo individuo.
Nebbia, 6 anni, va d'accordo con tutti, quando incontriamo un cane lui si siede, osserva, poi parte tutto scodinzolante per andare a dire buongiorno, maschio o femmina poco importa 😂
L'unica differenza a partire dai nove mesi circa, se un maschio gli ringhiava o metteva il muso sul collo da piccolo si arrendeva e metteva a pancia all'aria, adesso risponde o è teso, lo riconosco dalla postura, ma non è mai il primo ad iniziare ( a parte tre cani con cui ha avuto precedenti) E a lui chiunque può prendere quello che ha tra le zampotte, pallina, legnetto ecc

Offline Ilaria2019

  • Utente Ottone
  • ***
  • Post: 63
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #7 il: 04 Giugno 2022, 00:57:59 »
Secondo il mio modesto parere, dipende dal carattere di ogni singolo individuo.

Concordo al 100%

Ho cresciuto il mio capoccione da "manuale". Socializzazione in tutti i centri cinofili che offrivano la giornata di prova sin dal terzo mese, proprio per variare i vari tipi di approccio, le varie razze di cuccioli, i vari posti;  puppy class e lezioni con addestratori cinofili; "Scoperta del mondo circostante graduale" dalla semplice passeggiatina in montagna, al traffico, le uscite della scuole con i bambini, il mare, il lago, i vari rumori e le varie situazioni; vari tipi di gioco da quelli olfattivi a quelli di ricerca, alla "lotta" al tiro alla fune.
Frequentavamo aree cani (e di questo forse mi sono pentita!) e ha sempre giocato in modo impeccabile, socievole con tutti, mai montato, mai aggressivo, ignorava situazioni critiche del branco, mai possessivo e sempre giocherellone. Ottimo richiamo, non tirava mai al guinzaglio e mai un problema!!

E fino a 1 anno il suo modo di giocare era da MANUALE. Da film! Il cane PERFETTO!!!

Arrivata la adolescenza/maturità sessuale è cambiato radicalmente. Inizialmente pensavamo come indicato anche dagli addestratori cinofili e comportamentalisti che si trattava solo della fase dove cercava di farsi strada nella nostra gerarchia familiare e ci metteva alla prova...

Poi ha cominciato a diventare un "capoccione", dominante, sempre pronto alla rissa appena vede un altro maschio e sempre pronto a ringhiare anche al più docile barboncino di passaggio.
Abbiamo lavorato a lungo con diversi addestratori cinofili, consultato comportamentalisti e infine provato anche con la castrazione chimica per escludere che si potesse trattare di un fattore ormonale.

Adesso ha tre anni e dopo averle davvero provate tutte ed aver poco da rimproverarci perchè davvero ci siamo impegnati e abbiamo lavorato molto sul nostro "capoccione", la conclusione è che è così il suo CARATTERE!

E' un amore in tutto, dolcissimo, obbediente, paziente con i bambini, delicato quando gioca con noi umani, coccolone e protettivo quanto basta.

Ma con altri maschi non c'è modo di stare tranquilli. Anche con altri cuccioli con i quali è cresciuto iniseme giocando serenamente. Il problema è che (analizzato anche da comportamentalisti), non da i segni premonitori prima di "partire". Nessun segno con le orecchie, sollevamento del labbro, ringhio, dorso inardato, petto in fuori e segnali con la coda o atteggiamenti di sfida. Magari sembra tranquillo e sereno rispetto altri maschi in area con addestratori cinofili presenti e in pochi secondi "parte" e crea la rissa. Non la solita simulazione e rituale di un gioco un pò troppo irruento ma parte proprio finchè non si cominciano a vedere volare ciuffi di pelo e si sente il classico "cai' - cai'" e bisogna intervenire prima della pinzata e dei punti. Abbiamo anche cercato di vedere con il comportamentalista fin dove si spingeva la rissa per capire se era solo "scena" ma siamo dovuti intervenire perchè stava degenerando.

Dopo questi vari anni di continuo lavoro non ci siamo arresi del tutto, ma ce ne siamo fatti una ragione. Il suo carattere è così!!! C'è chi lo definisce dominante (termine ormai superato!), c'è chi ricorre alla psicologia freudiana con tesi senza senso, c'è chi lo attribuisce al suo profondo senso di competizione... non lo sappiamo e anche gli addestratori vari si sono arresi vedendo che noi abbiamo lavorato e seguito e messo in pratica tutto quello che ci veniva detto.

Mi fiderei a lasciarlo in un asilo nido con bambini pestiferi che lo potrebbero tormentare e sono certa che non succederebbe nulla. Anche un estraneo può togliergli un legnetto o un osso dalla bocca e resterei tranquillo che non farebbe nulla. Potrei lasciarlo in mezzo a gatti, conigli e piccioni e lui ci giocherebbe con dolcezza. Ma non mi fiderei neanche un minimo al solo contatto visivo con un altro maschio dall' altro lato del marciapiede!!! Più sono di taglia grande (compresi Rottweiler, Dogo Argentino, Bernese, Pastore tedesco o Pibull che lo massacrerebbero) e più lui provoca anche se gli altri cani magari lo ignorano.

Purtroppo il cambio dalla sua pre adolescenza a maschione di 3 anni, c'è stato eccome; così come per noi umani dove ogni individuo ha il proprio carattere, anche tra i cani è così!
C'è quello più timido e quello più spavaldo, c'è il sottomesso e il bullo, c'è il testardo e il più docile, c'è quello più territoriale e quello poco possessivo e indipendente... E credo che su questo si può solo "migliorare" un pò l'atteggiamento, ma se alla fine un cane è CAPOCCIONE, di base e di carattere restaerà sempre un Capoccione....

Questa è la conclusione PERSONALE a cui sono arrivata dopo 3 anni di libri, corsi, centri cinofili, addestratori e comportamentalisti.

Offline dani

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 6.824
  • 💝
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #8 il: 04 Giugno 2022, 11:14:05 »
Concordo al 100%

Ho cresciuto il mio capoccione da "manuale". Socializzazione in tutti i centri cinofili che offrivano la giornata di prova sin dal terzo mese, proprio per variare i vari tipi di approccio, le varie razze di cuccioli, i vari posti;  puppy class e lezioni con addestratori cinofili; "Scoperta del mondo circostante graduale" dalla semplice passeggiatina in montagna, al traffico, le uscite della scuole con i bambini, il mare, il lago, i vari rumori e le varie situazioni; vari tipi di gioco da quelli olfattivi a quelli di ricerca, alla "lotta" al tiro alla fune.
Frequentavamo aree cani (e di questo forse mi sono pentita!) e ha sempre giocato in modo impeccabile, socievole con tutti, mai montato, mai aggressivo, ignorava situazioni critiche del branco, mai possessivo e sempre giocherellone. Ottimo richiamo, non tirava mai al guinzaglio e mai un problema!!

E fino a 1 anno il suo modo di giocare era da MANUALE. Da film! Il cane PERFETTO!!!

Arrivata la adolescenza/maturità sessuale è cambiato radicalmente. Inizialmente pensavamo come indicato anche dagli addestratori cinofili e comportamentalisti che si trattava solo della fase dove cercava di farsi strada nella nostra gerarchia familiare e ci metteva alla prova...

Poi ha cominciato a diventare un "capoccione", dominante, sempre pronto alla rissa appena vede un altro maschio e sempre pronto a ringhiare anche al più docile barboncino di passaggio.
Abbiamo lavorato a lungo con diversi addestratori cinofili, consultato comportamentalisti e infine provato anche con la castrazione chimica per escludere che si potesse trattare di un fattore ormonale.

Adesso ha tre anni e dopo averle davvero provate tutte ed aver poco da rimproverarci perchè davvero ci siamo impegnati e abbiamo lavorato molto sul nostro "capoccione", la conclusione è che è così il suo CARATTERE!

E' un amore in tutto, dolcissimo, obbediente, paziente con i bambini, delicato quando gioca con noi umani, coccolone e protettivo quanto basta.

Ma con altri maschi non c'è modo di stare tranquilli. Anche con altri cuccioli con i quali è cresciuto iniseme giocando serenamente. Il problema è che (analizzato anche da comportamentalisti), non da i segni premonitori prima di "partire". Nessun segno con le orecchie, sollevamento del labbro, ringhio, dorso inardato, petto in fuori e segnali con la coda o atteggiamenti di sfida. Magari sembra tranquillo e sereno rispetto altri maschi in area con addestratori cinofili presenti e in pochi secondi "parte" e crea la rissa. Non la solita simulazione e rituale di un gioco un pò troppo irruento ma parte proprio finchè non si cominciano a vedere volare ciuffi di pelo e si sente il classico "cai' - cai'" e bisogna intervenire prima della pinzata e dei punti. Abbiamo anche cercato di vedere con il comportamentalista fin dove si spingeva la rissa per capire se era solo "scena" ma siamo dovuti intervenire perchè stava degenerando.

Dopo questi vari anni di continuo lavoro non ci siamo arresi del tutto, ma ce ne siamo fatti una ragione. Il suo carattere è così!!! C'è chi lo definisce dominante (termine ormai superato!), c'è chi ricorre alla psicologia freudiana con tesi senza senso, c'è chi lo attribuisce al suo profondo senso di competizione... non lo sappiamo e anche gli addestratori vari si sono arresi vedendo che noi abbiamo lavorato e seguito e messo in pratica tutto quello che ci veniva detto.

Mi fiderei a lasciarlo in un asilo nido con bambini pestiferi che lo potrebbero tormentare e sono certa che non succederebbe nulla. Anche un estraneo può togliergli un legnetto o un osso dalla bocca e resterei tranquillo che non farebbe nulla. Potrei lasciarlo in mezzo a gatti, conigli e piccioni e lui ci giocherebbe con dolcezza. Ma non mi fiderei neanche un minimo al solo contatto visivo con un altro maschio dall' altro lato del marciapiede!!! Più sono di taglia grande (compresi Rottweiler, Dogo Argentino, Bernese, Pastore tedesco o Pibull che lo massacrerebbero) e più lui provoca anche se gli altri cani magari lo ignorano.

Purtroppo il cambio dalla sua pre adolescenza a maschione di 3 anni, c'è stato eccome; così come per noi umani dove ogni individuo ha il proprio carattere, anche tra i cani è così!
C'è quello più timido e quello più spavaldo, c'è il sottomesso e il bullo, c'è il testardo e il più docile, c'è quello più territoriale e quello poco possessivo e indipendente... E credo che su questo si può solo "migliorare" un pò l'atteggiamento, ma se alla fine un cane è CAPOCCIONE, di base e di carattere restaerà sempre un Capoccione....

Questa è la conclusione PERSONALE a cui sono arrivata dopo 3 anni di libri, corsi, centri cinofili, addestratori e comportamentalisti.
io ho il problema opposto che maii sarei aspettata di dover fronteggiare. Bart con gli altri cani se non ci sono diezzo giochi, palline, legnetti è perfetto. Se per strada incontriamo cani che gli ringhiano non risponde mai.  In compenso non mi fido neanche un po' a lasciarlo toccare da estranei. Non ama essere toccato, baciato, coccolato. Ha morso 2 volte mio marito e ora stiamo andando da veterinario comportamentalista che ci ha spiegato che il cane va riposizionato alla base della gerarchia familiare. Stiamo seguendo tutte le regole che ci ha dato, ho letto libri, sentito pareri, letto esperienze altrui. Ieri sera mi voleva saltare addosso, l'ho messo giù e lui si è messo seduto di fronte a me. Io allora mi sono accovacciata vicino e ho iniziato ad accarezzarlo e lui alla terza carezza mi ha sollevato il labbro .ho capito subito e mi sono alzata . Mi sono fatta in questi mesi mille colpe, se non gli avessi dato da mangiare da tavola, se non gli avessi permesso di salire sul letto ecc... Eppure ci sono mille Milà cani che lo fanno e non si sentono a capo della tribù famiglia. Il mio purtroppo si. È come non averlo un cane: occorre considerarlo poco. In conclusione credo che il mio sia una gran testa di ca@@o , è deludente e sono sincera nel dire che se avessi saputo prima che sarebbe stato così non lo avrei preso

Offline gemello73

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 297
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #9 il: 04 Giugno 2022, 14:41:35 »
Concordo al 100%

Ho cresciuto il mio capoccione da "manuale". Socializzazione in tutti i centri cinofili che offrivano la giornata di prova sin dal terzo mese, proprio per variare i vari tipi di approccio, le varie razze di cuccioli, i vari posti;  puppy class e lezioni con addestratori cinofili; "Scoperta del mondo circostante graduale" dalla semplice passeggiatina in montagna, al traffico, le uscite della scuole con i bambini, il mare, il lago, i vari rumori e le varie situazioni; vari tipi di gioco da quelli olfattivi a quelli di ricerca, alla "lotta" al tiro alla fune.
Frequentavamo aree cani (e di questo forse mi sono pentita!) e ha sempre giocato in modo impeccabile, socievole con tutti, mai montato, mai aggressivo, ignorava situazioni critiche del branco, mai possessivo e sempre giocherellone. Ottimo richiamo, non tirava mai al guinzaglio e mai un problema!!

E fino a 1 anno il suo modo di giocare era da MANUALE. Da film! Il cane PERFETTO!!!

Arrivata la adolescenza/maturità sessuale è cambiato radicalmente. Inizialmente pensavamo come indicato anche dagli addestratori cinofili e comportamentalisti che si trattava solo della fase dove cercava di farsi strada nella nostra gerarchia familiare e ci metteva alla prova...

Poi ha cominciato a diventare un "capoccione", dominante, sempre pronto alla rissa appena vede un altro maschio e sempre pronto a ringhiare anche al più docile barboncino di passaggio.
Abbiamo lavorato a lungo con diversi addestratori cinofili, consultato comportamentalisti e infine provato anche con la castrazione chimica per escludere che si potesse trattare di un fattore ormonale.

Adesso ha tre anni e dopo averle davvero provate tutte ed aver poco da rimproverarci perchè davvero ci siamo impegnati e abbiamo lavorato molto sul nostro "capoccione", la conclusione è che è così il suo CARATTERE!

E' un amore in tutto, dolcissimo, obbediente, paziente con i bambini, delicato quando gioca con noi umani, coccolone e protettivo quanto basta.

Ma con altri maschi non c'è modo di stare tranquilli. Anche con altri cuccioli con i quali è cresciuto iniseme giocando serenamente. Il problema è che (analizzato anche da comportamentalisti), non da i segni premonitori prima di "partire". Nessun segno con le orecchie, sollevamento del labbro, ringhio, dorso inardato, petto in fuori e segnali con la coda o atteggiamenti di sfida. Magari sembra tranquillo e sereno rispetto altri maschi in area con addestratori cinofili presenti e in pochi secondi "parte" e crea la rissa. Non la solita simulazione e rituale di un gioco un pò troppo irruento ma parte proprio finchè non si cominciano a vedere volare ciuffi di pelo e si sente il classico "cai' - cai'" e bisogna intervenire prima della pinzata e dei punti. Abbiamo anche cercato di vedere con il comportamentalista fin dove si spingeva la rissa per capire se era solo "scena" ma siamo dovuti intervenire perchè stava degenerando.

Dopo questi vari anni di continuo lavoro non ci siamo arresi del tutto, ma ce ne siamo fatti una ragione. Il suo carattere è così!!! C'è chi lo definisce dominante (termine ormai superato!), c'è chi ricorre alla psicologia freudiana con tesi senza senso, c'è chi lo attribuisce al suo profondo senso di competizione... non lo sappiamo e anche gli addestratori vari si sono arresi vedendo che noi abbiamo lavorato e seguito e messo in pratica tutto quello che ci veniva detto.

Mi fiderei a lasciarlo in un asilo nido con bambini pestiferi che lo potrebbero tormentare e sono certa che non succederebbe nulla. Anche un estraneo può togliergli un legnetto o un osso dalla bocca e resterei tranquillo che non farebbe nulla. Potrei lasciarlo in mezzo a gatti, conigli e piccioni e lui ci giocherebbe con dolcezza. Ma non mi fiderei neanche un minimo al solo contatto visivo con un altro maschio dall' altro lato del marciapiede!!! Più sono di taglia grande (compresi Rottweiler, Dogo Argentino, Bernese, Pastore tedesco o Pibull che lo massacrerebbero) e più lui provoca anche se gli altri cani magari lo ignorano.

Purtroppo il cambio dalla sua pre adolescenza a maschione di 3 anni, c'è stato eccome; così come per noi umani dove ogni individuo ha il proprio carattere, anche tra i cani è così!
C'è quello più timido e quello più spavaldo, c'è il sottomesso e il bullo, c'è il testardo e il più docile, c'è quello più territoriale e quello poco possessivo e indipendente... E credo che su questo si può solo "migliorare" un pò l'atteggiamento, ma se alla fine un cane è CAPOCCIONE, di base e di carattere restaerà sempre un Capoccione....

Questa è la conclusione PERSONALE a cui sono arrivata dopo 3 anni di libri, corsi, centri cinofili, addestratori e comportamentalisti.
Direi nulla da aggiungere, ormai siamo convinti anche noi che sia proprio il suo carattere, patatone in tutto ma se non gli va a genio il maschio che incontra sono guai. Ci spiace perché vorrei tanto tenermelo a passeggiare di fianco senza guinzaglio in libertà, ma proprio non sono tranquillo, nemmeno se siamo soli nel bosco perché se capita l’incontro sbagliato è rissa.
Amen lui è così e gli vogliamo un bene dell’anima


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Offline Micki

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 318
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #10 il: 08 Giugno 2022, 11:50:38 »
Beati voi che avete i cani che si azzuffano solo per contendersi qualcosa. Tiago fa 3 anni ad agosto e da quando ha raggiunto l’adolescenza con gli altri maschi è diventato un problema. Quando era più piccolo neo boschi lo mollavo senza tante remore, adesso non mi posso più fidare. È capitato che incontrassimo un’altra persona a spasso nei boschi, quando ho visto che aveva anche lui un Golden maschio ho messo subito il guinzaglio a Tiago, purtroppo l’altro cane ha fatto cadere il padrone e si è avventato sul mio, zanne fuori tutto e due e rissa colossale…… ci ho rimesso sei l’unti alla mano per separarli…..
Ma al di là di questo episodio tendenzialmente Tiago con gli altri cani (maschi), tende a diventare aggressivo. Non abbiamo mai capito il perché, fin da piccolo lo abbiamo fatto socializzare con tutti i tipi di cane, razza e taglia e non ci sono mai stati problemi. Raggiunto l’anno di età è esploso……
 Anche barney!!! Dai nove mesi se un maschio non gli va a genio gli ringhia, poi lo tiro già dico zitto e ok smette ma se fosse libero boh, chi lo sa cosa succederebbe. Con thalion va d’accordissimo, a parte che thalion gli lascia fare tutto quello che vuole , anzi è il suo guru perché sw lo perde di vista un secondo impazzisce. Però se passa un cane maschio che non gli piace niente, tira su il pelo e ringhia

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Offline Paola Pilotti

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 239
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #11 il: 10 Giugno 2022, 23:18:59 »
Come vi capisco Rocco 15 mesi dai nove mesi anche lui è cambiato nonostante ancora facciamo addestramento e socializzazione quando incontriamo un maschio se solo si avvicina un po’ troppo inizia con un ringhio che sembra Re Leone


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Offline Micki

  • Utente Bronzo
  • ****
  • Post: 318
Re:L'adolescenza è arrivata
« Risposta #12 il: 26 Ottobre 2022, 09:04:57 »
Rispolvero questo vecchio post perché lo vedo ancora tanto, ma tanto attuale per la mia situazione con barney. Mi consola così tanto sapere che anche altri golden non sono per forza amichevoli e patatoni con gli altri cani, pensavo di avere un cane psicopatico solo io😅😅barney è esattamente così. Dai 10 mesi con altri cani se non gli piacciono, soprattutto quelli grossi, ringhia e fa lo spesso. A volte anche con le femmine se di taglia grossa. Suppongo sia per paura. Ero un po’ disperata mi sto facendo seguire ovviamente e devo dire che piano piano migliora. Adesso è gestibile però mai mi fiderei a lasciato libero con altri cani che non conosce

 


Privacy Policy - Cookie Policy