Autore Topic: Il riporto: gioco o ossessione?  (Letto 11517 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline cagnella

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.026
Il riporto: gioco o ossessione?
« il: 01 Febbraio 2013, 15:29:28 »
aiuto...
allora: nala e io abbiamo cominciato presto a giocare al "riportami la pallina". il gioco da subito le è piaciuto molto, tanto che ben presto ha sviluppato un'antipatico senso "protettivo" nei confronti del gioco da riportare, come avevo spiegato in un altro post. ultimamente, questo lato si sta acuendo sempre più, tanto che qualche settimana fa nell'area cani (dove chiaramente giochiamo SOLO se non ci sono altri cani...) era distesa con un legno tra el zampe e ha cominciato ad abbaiare e ringhiare a un altro cane che non le era neanche andato vicino, la osservava solo da lontano...e spesso e volentieri, se ha un legnetto in bocca, l'avvicinarsi di altri cani scatena zuffe anche piuttosto violente...

:(

oltre a questo aspetto, già di per sé difficile da gestire (ho provato a concentrarmi sul "lascia", a farle vedere che se lascia un giochetto riceve un premio ma non è servito), ultimamente ho notato che giocare a riportare la manda proprio su di girie  la rende quasi nervosa. ieri eravamo in un prato gigantesco. in lontananza si vedevano altri due cani giocare, e anche se non ci sono nemmeno venuti vicino, finché non se ne sono andati lei era restia a mollarmi il gioco, girava come una pazza in tondo e si vedeva che si sentiva "minacciata"...

quando finalmente se ne sono andati abbiamo giocato "bene", ma lei era sempre tesa, tanto che ho visto che batteva i denti mentre io tenevo in mano il gioco (la palla di gomma attaccata alla corda). io le dò il siedi, terra e resta ogni volta che mi riporta un gioco e aspetto a lanciare di nuovo finché non si è calmata (le dico proprio "calma, calma..."), ma mi pare che questo gioco stia diventando più un'ossessione che altro.

so che è difficile analizzare la situazione senza vederci "all'opera", ma così, a grandi linee, qualcuno saprebbe consigliarmi qualche straegia per giocare con più serenità, meno foga e meno ansia? sto sbagliando qualcosa?

sto pensando di iscrivermi con lei a un corso...ma non saprei QUALE corso (educazione di base? o meglio qualcosa di specifico?). qualsiasi suggerimento è ben accetto! :)

Offline SAMANTA

  • Neo iscritto
  • *
  • Post: 7
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #1 il: 01 Febbraio 2013, 17:26:05 »
Ciao, con Thelma che ha 9 mesi ho già finito il corso base e ti dico che é molto utile, io il problema del lascia e di altri comandi li ho risolti con il clicker tu lo usi?

Offline cagnella

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.026
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #2 il: 01 Febbraio 2013, 17:31:04 »
ciao samanta, no, non uso il clicker e finora non ho fatto nessun corso perché purtroppo il tempo che ho a disposizione è pochissimo e con nala è sempre andato tutto bene...a parte ultimamente questo trasformarsi in mr hyde ogni volta che si gioca  >:(

siccome però da marzo avrò qualche mattinata in più di libertà, sarebbe il caso che mi cercassi qualche buon educatore e/o corso. ora vorrei informarmi sull'obedience...

tu il clicker lo usi sempre?

Offline valevalevale

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 9.392
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #3 il: 01 Febbraio 2013, 17:52:42 »
Scusa ma di che zona sei? Così magari ti possiamo indirizzare meglio (ma magari sono solo io a non sapere di dove sei!).

Comunque, e spero di non dire una boiata, secondo me dipende dal carattere del cane e non dal fatto che tu la faccia giocare al prendi/riporta/lascia. Credo che lei sia possessiva di per se e non sia "colpa" del gioco in se.
Almeno, la mia, che peraltro è un flat e non un golden, non è assolutamente gelosa di nulla. Vedo che anche se ha un gioco in bocca e il cane di turno glielo frega non fa una piega, al limite se lo va a riprendere quando l'altro lo lascia per terra incustodito. Ma ho visto con i miei occhi che si lasciava fregare da sotto il naso l'ossetto dalla chihuaua di 6 mesi della mia amica, pure in casa nostra (e la sorcia se lo è per giunta portato nella cuccia di Tweety e se lo sgranocchiava lì) e lei non era per nulla infastidita. E ti dirò che lì per lì ho pensato che avendo assaggiato i colli polposi e i pipistrelli di pollo, magari le veniva in mente di sgranocchiarsi la topa.
Quando giochiamo non sempre mi "lascia" la palla, ma perché vuole giocare e si diverte a farla cadere ai miei piedi per poi riprenderla appena prima che la raggiunga io, ma dopo un po' in genere si stufa e me la riporta/lascia con regolarità per farsela tirare di nuovo.

Io credo che sia carattere e possessività innate ma saranno gli esperti a dirti se con il gioco puoi peggiorare o migliorare la cosa. Però se hai un zic di tempo e trovi un buon addestratore io qualche seduta la farei. Io ho iniziato solo a settembre con Tweety a 3 anni e 1/2 ma vedo che ora è molto più ubbidiente e attenta a me. A dire il vero ero andata dall'educatore per risolvere il problema che non sta sola, poi lì ho gettato la spugna, ma abbiamo iniziato un po' di agility ed è divertente e ti aiuta a rafforzare il rapporto con il tuo cane. Non è necessario andare spesso, ma è molto diverso dal lavorare da soli nel proprio ambiente a casa o in giardino. Io ci vado solo una volta alla settimana e abbiamo fatto solo 15 lezioni o poco più, ma i risultati li vedi e poi dà una bella soddisfazione qualsiasi cosa facciate insieme. Poi a primavera voglio convertire l'agility nel nuoto con riporto, se ci riusciamo, m dove vado io hanno la piscina quindi è perfetto visto che quella di casa nostra è VIETATISSIMA!

Offline cagnella

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.026
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #4 il: 01 Febbraio 2013, 20:00:46 »
grazie vale,
(io sono quella che sta a berlino, temo che nessuno possa avere conoscenze di educatori cinofili in zona...)

sul fatto che in fondo ci sia una questione di carattere sono d'accordo con te; però non vorrei, involontariamente, fare leva su qualche lato "scottante" peggiorando ancora di più la soluzione...qualcosa mi dice che, se un cane è possessivo (e lei appunto lo è, almeno nei confronti degli altri cani), si debba esercitarsi sul "lascia" e sullo scambio. però con me lei è già piuttosto brava sotto questi aspetti; è con gli altri cani che diventa una belva  :smileys_0267:

Offline valevalevale

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 9.392
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #5 il: 01 Febbraio 2013, 20:22:59 »
Giusto, voi siete quelle che hanno il take away barf sotto casa! Niente educatori da suggerire.
Non ho idea ma ti sono solidale. Ma lei cerca la rissa o lancia solo avvertimenti?

Offline Gloria Donati

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.005
  • Tass il mio tesoro e il mio kender
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #6 il: 01 Febbraio 2013, 20:54:02 »
grazie vale,
(io sono quella che sta a berlino, temo che nessuno possa avere conoscenze di educatori cinofili in zona...)

sul fatto che in fondo ci sia una questione di carattere sono d'accordo con te; però non vorrei, involontariamente, fare leva su qualche lato "scottante" peggiorando ancora di più la soluzione...qualcosa mi dice che, se un cane è possessivo (e lei appunto lo è, almeno nei confronti degli altri cani), si debba esercitarsi sul "lascia" e sullo scambio. però con me lei è già piuttosto brava sotto questi aspetti; è con gli altri cani che diventa una belva  :smileys_0267:
Scusami ma finchè il cane a te e a tutti i correlati famigliari lascia e ringhia agli altri cani, secondo me rientra nel processo di maturazione e non ci trovo nulla di male, vabbene cani buoni , ma l'affermare la propria area di controllo e la propria proprietà è nell'istinto di tutti i cani.. francamente ( ma è solo una posizione personale) io trovo innaturale il contrario.
Diverso è se lei si getta sugli altri, ma se brontola come per dire " stammi lontano perchè sto masticando qualcosa che è SOLO MIO, quindi rispetto please!! è giusto.. sta mandando segnali di avviso, come per dire forse quando ero cucciola accettavo che tu mi portassi via qualcosa di mio, ma adesso che sono grande, non ci provare neppure!!


Offline valevalevale

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 9.392
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #7 il: 01 Febbraio 2013, 22:29:51 »
Allora la mia è tontolona...
Ma preferisco così.

Offline Gloria Donati

  • Utente Platino
  • *******
  • Post: 8.005
  • Tass il mio tesoro e il mio kender
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #8 il: 01 Febbraio 2013, 22:44:20 »
Allora la mia è tontolona...
Ma preferisco così.
[/quote!
No assolutamente, da quello che racconti di Tweety, mi sembra che non la si possa definire assolutamente tontolona!! Tutt'altro direi!!!
Anche il migliore amico di Tass si fa togliere di bocca tutto da cuccioli e " amici cani", eppure è un cane super intelligente e molto equilibrato ( io lo chiamo pentium 7, e certi racconti sulla tua Tweety me lo ricordano, in termini di spirito di iniziativa e capacità di trovare soluzioni!!!).
Tuttavia non ritengo corretto correggere un cane che difende ciò che è proprio nei dovuti modi ( ovvero ringhiando a chi si avvicina)..
Diverso è se il cane parte per aggredire oppure ringhia anche ai proprietari oppure ancora va a ringhiare a cani che hanno qualcosa in bocca


Offline kayli

  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 547
    • Golden Ferri
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #9 il: 01 Febbraio 2013, 23:30:33 »
Scusami ma finchè il cane a te e a tutti i correlati famigliari lascia e ringhia agli altri cani, secondo me rientra nel processo di maturazione e non ci trovo nulla di male, vabbene cani buoni , ma l'affermare la propria area di controllo e la propria proprietà è nell'istinto di tutti i cani.. francamente ( ma è solo una posizione personale) io trovo innaturale il contrario.
può anche essere giusto, ma ricorda che i retrievers devono saper lavorare insieme, e non preoccuparsi degli altri cani, quindi vabbene se fa una ringhiatina se il cane va a prendergli la roba di bocca, ma non va bene se già a distanza sta sul "chi và là".


per quanto riguarda l'eccitazione per il lavoro penso che il lanciargli gli oggetti e mandarla a recuperarli la ecciti ancora di più, quindi secondo me dovresti lavorare un pò sulla stedy. Ora mi viene in mente un esercizio, prova a farlo e poi dimmi che succede.
con il cane al piede lancia un riportello dieci metri davanti a te. dai il resta al cane, e vai tu a prendere il riportello. Se poi avessi la possibilità di lavorare con degli altri cani fai andare sempre prima loro e tu per ultima. Quando lavori con altri cani stai sempre nel mezzo, in modo da avere cani a dx e sx.
Ora faccio due ricerche e vedo se in zona berlino c'è qualche addestratore per retrievers.

Offline kayli

  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 547
    • Golden Ferri
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #10 il: 01 Febbraio 2013, 23:38:03 »
prova a guardare qui, forse trovi qualche cosa che fa al caso tuo
http://www.all-about-retriever.de/Linkliste/html/weitere.html

Offline SAMANTA

  • Neo iscritto
  • *
  • Post: 7
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #11 il: 02 Febbraio 2013, 10:23:16 »
Buongiorno,  il clicker lo uso sempre tranne in passeggiata se ti può interessare usarlo va caricato in un solo modo. Se deciderai di provarci te lo spiego volentieri.

Offline cagnella

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.026
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #12 il: 02 Febbraio 2013, 12:49:02 »
grazie mille a tutti intanto per le risposte...siete una miniera d'oro :)

@gloria: sì, anch'io, nonostante un leggero shock iniziale, poi mi sono convinta che nala facesse "bene" a mettersi sulla difensiva e a proteggere qualcosa che per lei è molto importante come il suo giochino, soprattutto perché con gli umani non si è mai permessa di fare niente del genere.
la situazione per me però si sta estremizzando sempre di più e ho la sensazione che mi stia sfuggendo di mano, perché all'inizio nala alzava solo un labbro e mostrava i denti; poi sono cominciati i ringhi se un cane provava a soffiarle il gioco; poi ha iniziato a ringhiare anche se un cane solo si avvicinava; e adesso siamo al punto che parte proprio all'attacco se qualcuno secondo lei si avvicina troppo...e mi sono detta "no, così NON va bene!". e non solo perché prima o poi troverà il cane che gliele suonerà di santa ragione, ma perché vorrei essere io in grado di gestire la sua possessività quel poco che consente di stare tranquille anche se intorno ci sono altri cani...

@kayli: l'esercizio mi sembra molto interessante e anch'io (d'istinto) ho pensato che fosse il caso di lavorare su nala per moderare la sua "foga"...quindi ho provato a darle il "resta", ma quando lancio il riportello non c'è resta che tenga, lei parte a razzo appena vede il mio braccio che lancia. ho provato allora ad accucciarmi di fianco a lei, darle il terra e trattenerla con un braccio mentre con l'altro lanciavo il riportello: all'inizio mi ha letteralmente fatta volare...poi  i tentativi successivi sono stati un po' meglio, ma più di due secondi non ce la facevo fisicamente a tenerla. ho cercato di darle il comando "vai!" solo quando è effettivamente partita, ma mi sa che è inutile perché in quei momenti secondo me lei NON CAPISCE NIENTE. vede solo il riportello. e forse è questo il punto: lei non gioca CON ME a riportare qualcosa; lei gioca CON IL RIPORTELLO e di me se ne frega parecchio...

secondo te come posso fare per "ricominciare da capo" e arrivare a farla stare in resta mentre io lancio?

@samanta: grazie :) per il momento vorrei vedere qualche scuola o sentire qualche educatore nella zona per farmi impostare un lavoro "di base", vediamo cosa mi dicono dei clicker! così magari, se comincio a usarlo, ci confrontiamo!





Offline kayli

  • Utente Argento
  • *****
  • Post: 547
    • Golden Ferri
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #13 il: 02 Febbraio 2013, 19:04:07 »
volevo sapere se comunque una volta andata riporta a te o va per i cavoli suoi?
nel mentre prova a fare così : cane a guinzaglio, camminate e fate 10 passi. seduto. appoggia il riportello senza lanciarlo a terra(questo per non eccitarla troppo). dietro front di dieci passi. cane seduto. dagli il resta e vai tu a prendere il riportello. Il cane naturalmente deve conoscere il resta. Per essere sicuro che non si muova mentre vai a prendere il riportello guardalo e ogni 2-3 passi dagli il comando resta. Questo finche non sei tornata da lui. IMPORTANTISSIMO se dovesse fare un solo passo mentre tu vai a prendere il riportello, torna dal cane e rimettilo nella stessa identica posizione e ripeti tutto.
Per il discorso possessività secondo me la soluzione e lavorare con altri cani anche senza riportelli, facendo degli esercizi di condotta classica al guinzaglio, come ad esempio lo slalom tra dei cani che ti fanno da paletti, oppure uno sta fermo e l'altro gira attorno fino ad arrivare vicinissimo ecc, ecc,.
 Se in questo modo non noti nulla potresti provare a riportare con altri cani.

Offline cagnella

  • Utente Oro
  • ******
  • Post: 1.026
Re:Il riporto: gioco o ossessione?
« Risposta #14 il: 02 Febbraio 2013, 20:19:15 »
allora, quando riportiamo...diciamo che 80 volte su 100 riporta. le restanti 20 si avvicina, molla il riportello, scava, se mi avvicino lo riprende in fretta e si allontana e ricomincia a scavare o fa i giri trionfali col riportello in bocca. in questi casi, solo ignorandola riesco a ottenere che si calmi e che si riavvicini mollando il riportello davanti a me. credo che però questa cosa di scappare col riportello in bocca l'abbia "imparata" da poco, una volta che è uscita a giocare ocn mio fratello al quale non avevo detto di non rincorrerla...quindi hanno fatto proprio quello e adesso lei probabilmente vorrebbe che io la rincorressi  >:(

proverò sicuramente a fare l'esercizio che mi suggerisci. grazie mille, davvero, per i consigli preziosi  :D

ultima domanda: ha senso che faccia questi esercizi in un posto particolare? o è indifferente?

 


Privacy Policy - Cookie Policy